Andrea Iovino Malattia

Spargi l'amore
Andrea Iovino Malattia
Andrea Iovino Malattia

Andrea Iovino Malattia – Quando Andrea Iovino, il protagonista di “Pinocchio” e “Made in Sud”, morì inaspettatamente all’età di 38 anni, sua sorella Antonietta aveva delle domande. Quando stava per nascere la sua quarta figlia, un anno fa lei accennò al “Corriere del Mezzogiorno” che all’attore era stato diagnosticato un tumore.

Antonietta, sua sorella, dice: “Era un grande attore e un grande uomo”.

Racconta Antonietta: «In questi mesi ci ha dato coraggio e, nonostante non stesse bene, ha voluto partecipare allo spettacolo ‘Rivoluzione Masaniello’ con Sal Da Vinci. L’ultima cosa che ha fatto è stata darci un pollice in su come addio. Si stanno dicendo preghiere per avere forza. Oltre ad essere un interprete fenomenale, Andrea era anche una persona eccezionale. Per proseguire, Antonietta ha raccontato alcuni aneddoti personali, come i seguenti: “Andrea era il primogenito, ma sono stata io a trascinarlo in questo mondo, ingaggiando anche Giovanni, il terzo fratello.

Andrea Iovino: la sua vita e l’arte

Nato a Nola, periferia di Napoli, Andrea Iovino ha frequentato il Liceo Carducci, dove ha scoperto la sua passione per il teatro. Dal 2005 lavora come attore, scenografo e tecnico per la compagnia teatrale diretta da Salvatore Esposito Pipariello a Napoli. Le parole non sono necessarie; solo un ricordo dell’evento. Il messaggio di Facebook ad Antonio Esposito, figlio del fondatore, dice: “Ti siamo grati per quello che ci hai donato: semplicità, amicizia, risate, talento, e gioia.”

Secondo la sorella di Andrea Iovino morì di:

Pochi giorni dopo la nascita del suo ultimo figlio, fu scoperto il tumore. Negli ultimi mesi è stato una fonte di ispirazione e, nonostante fosse malato, ha insistito per fare un’apparizione allo show di Masaniello Revolution con Sal Da Vinci.

Iovino è un noto personaggio televisivo, avendo interpretato il ruolo del “disturbatore” in numerose gag comiche al fianco di Sabrina Ferilli nella trasmissione comica di Rai 2 Made in Sud e nel programma Tu S que vales. Ha interpretato Pinocchio nell’adattamento cinematografico diretto da Andrea Garrone. I suoi compagni evangelici del quartiere Sabaot di Napoli sono venuti ieri a rendere omaggio al cimitero di Nola.

Aveva appena dato alla luce il suo ultimo figlio quando le fu diagnosticato un tumore.

La tragica scomparsa di Andrea Iovino, noto attore televisivo, avvenuta all’età di 38 anni, ha riavvicinato i nolani. Antonietta Iovino, sorella di Andrea, lo ha ricordato in un’intervista al Corriere del Mezzogiorno come un “ragazzo generoso e perbene” che amava il teatro tanto quanto i suoi fratelli.

Antonietta Iovino, ricordando l’impegno e la determinazione con cui Andrea si è fatto strada da solo nel mondo dello spettacolo, dice: “Era il più grande, ma sono stata io a trascinarlo in questo mondo, ingaggiando anche Giovanni”. E continua dicendo: “ha conquistato tutti con la sua bravura”, raccontando nel dettaglio come è passato dall’apprendimento del mestiere in campagna al mondo della televisione e, infine, al Pinocchio d’autore di Matteo Garrone.

Durante la nascita del suo ultimo figlio, nell’ottobre dello scorso anno, Andrea venne a conoscenza della sua malattia: “Lo aveva scoperto solo pochi giorni prima”. Anche se era malato, ha insistito per partecipare al Masaniello Revolution con Sal Da Vinci perché è stato per noi un pilastro di forza negli ultimi mesi.

I membri del cast di Sal Da Vinci sono andati a trovarlo a casa sua perché il direttore del casting di Chi ha incastrato Babbo Natale, Alessandro Siani, li aveva contattati personalmente. Oggi al cimitero di Nola, molti membri della comunità evangelica di Napoli si sono uniti alla famiglia, agli amici e ai colleghi di Iovino provenienti da una vasta gamma di organizzazioni nel rendere omaggio.

La nascita della figlia minore di Andrea Iovino coincise con il momento in cui apprese di essere malato. Il comico di Made in Sud, 38 anni quando è mancato improvvisamente, aveva scoperto di avere un cancro un anno prima di morire. Antonietta, sua sorella, ha detto: “Andrea ha scoperto la malattia pochi giorni prima della nascita della sua ultima figlia”.

L’ultima delle sue bambine sarebbe dovuta nascere da un giorno all’altro, continuò la donna. Negli ultimi mesi è stato fonte di ispirazione e, nonostante fosse malato, ha insistito per apparire nello show di Masaniello Revolution con Sal Da Vinci. Il tavolo della cucina era il centro del suo mondo, dove trascorreva gran parte del tempo con la famiglia.

Antonietta, addolorata, ha condiviso con il giornale la notizia dell’ultimo atto di gentilezza di Andreapersonale di Via Solferino. Come gesto di addio, ci ha dato il pollice in su. Si stanno dicendo preghiere per avere forza. Lei continuò: “Questo era Andrea; un grande attore, ma soprattutto, un grande uomo.” Era un padre di quattro figli e una star del cinema, meglio conosciuto per il suo ruolo in Made in Sud.

Purtroppo Andrea è morto alla giovane età di 38 anni. Era il primogenito, ma sono stato io a metterlo al mondo, e anche Giovanni è stato coinvolto; lui e sua sorella condividevano l’amore per il teatro. Da ragazzino ho scoperto il mio amore per il teatro andando a vedere le produzioni della Compagnia Nolan Pipariello. Ad un certo punto, il resto dei miei fratelli si unì a me.

Andrea Iovino Malattia

Antonietta sostiene: Dopo che me ne sono andata, le cose sono continuate normalmente.Says: “He made his way in life by entertaining the locals and drawing in regular visitors to the area during the course of his many years of work at the studio of animazione di Hollywood. Dopo di ciò, ha avuto alcune promettenti audizioni iniziali. È stato in grado di vincere contro tutti perché della sua abilità.

L’attore Iovino, apparso in film come “Chi ha incastrato Babbo Natale? La notizia della sua malattia è arrivata ai registi di “Pinocchio” di Matteo Garrone e “La gabbia per uccelli” di Siani nell’ottobre del 2022.Lo ha scoperto poche settimane prima della nascita del suo figlio più piccolo. Anche se ultimamente non si è sentito bene, ha voluto apparire nello show di Sal Da Vinci “Masaniello Revolution” perché è stato per noi fonte di ispirazione.

La sua vita, racconta la sorella singhiozzando, “era quella delle scene delle tavolate con la sua famiglia”. Continua: “L’ultimo gesto che ha fatto è stato alzare il pollice, ci ha salutato così”. Si stanno dicendo preghiere per avere forza. Ed ecco Andrea, un grande uomo e un attore ancora migliore.

La prematura scomparsa di Andrea Iovino, figura molto nota di Made in Sud e del mondo del cinema, ha sconvolto e rattristato i cittadini nolani. Sua sorella Antonietta ha fatto il primo annuncio pubblico sul quotidiano italiano Corriere della Sera, descrivendo in dettaglio la tragica morte di suo fratello. Ha anche rivelato di aver scoperto di essere malato il giorno prima della nascita della figlia più piccola. L’attore, padre di quattro figli al momento della sua morte all’età di 38 anni, era il fratello minore di Giovannino, il famigerato piantagrane di Tu S Que Vales.

I due fratelli avevano sempre trovato un terreno comune nell’entusiasmo per il palcoscenico. Secondo Antonietta: “Lui era il primogenito, ma sono stata io a trascinarlo in questo mondo, coinvolgendo anche Giovanni”. Da ragazzino ho scoperto il mio amore per il teatro andando a vedere le produzioni della Compagnia Nolan Pipariello. Ad un certo punto, il resto dei miei fratelli si unì a me. In ogni caso me ne sono andato e le cose hanno continuato a funzionare.

Andrea Iovino, che attualmente lavora nel settore dell’animazione, ha ottenuto ampi riconoscimenti e ammirazione per le sue straordinarie capacità. Tra i suoi tanti successi al botteghino c’è “Pinocchio” di Matteo Garrone, che ha introdotto i villaggi italiani che si rivolgono ai turisti nel mondo dell’animazione hollywoodiana. La sua prematura scomparsa ha lasciato un vuoto enorme nella vita dei nolani. Le sue performance indelebili e i suoi contributi rivoluzionari all’industria dell’intrattenimento garantiranno che la sua eredità sopravviva.

Andrea Iovino è morto il 5 ottobre 2023, a causa di un tumore scoperto l’anno prima nell’ottobre, pochi giorni dopo la nascita della sua quarta figlia. A dare la spiegazione è stata la sorella del defunto Pinocchio e dell’attore di Made in Sud, Antonietta Iovino, sottolineando l’incredibile capacità di recupero del fratello data la sua giovane età. Quando se ne andò, ci ha dato il pollice in alto ed è stata la fonte del nostro rinnovato vigore.

Sia Giovanni che suo cugino Giuseppe Iovino iniziarono a recitare grazie alla sorella di Andrea, Antonietta. Andrea e Giovanni continuarono dopo che Antonietta se ne andò. Il comportamento amichevole e disponibile di Andrea ha conquistato i suoi colleghi e i clienti di Made in Sud.

Andrea Iovino, nonostante la malattia, desiderava da tempo apparire in Masaniello Revolution di Sal Da Vinci. Intorno al giovane attore si sono strette le famiglie di molti artisti famosi, tra cui Leonardo da Vinci e Alessandro Siani. Ci sono molti memoriali di Andrea pubblicati su molti diversi siti di social media.

Andrea Iovino è ricordato dalla comunità artistica, quella evangelica di cui faceva parte, e dal sindaco di Nola, Carlo Buonauro, che si è impegnato a continuare a onorare l’eredità di Iovino dicendo: “con il suo lavoro nel cinema e nel teatro ha saputo esprimere con delicatezza e tatto i valori profondi della nostra terra.

Andrea Iovino Malattia
Andrea Iovino Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!