Biagio Antonacci Malattia

Spargi l'amore
Biagio Antonacci Malattia
Biagio Antonacci Malattia

Biagio Antonacci Malattia – Biagio Antonacci è un musicista e cantautore italiano venuto al mondo il 9 novembre 1963 a Milano. È cresciuto a Ruvo di Puglia dal suo defunto padre pugliese, Paolo Antonacci. Antonacci è cresciuto a Desenzano del Garda, anche se sua madre era milanese. Nonostante avesse iniziato presto a suonare la batteria in gruppi provinciali, il suo obiettivo era ottenere il diploma di geometra.

Dopo aver terminato gli studi liceali, si arruolò nell’Arma dei Carabinieri e iniziò la scuola militare presso la caserma Cernaia di Torino. Una volta terminati gli allenamenti torna a Garlasco a svolgere il suo lavoro. nell’Antonacci decide di vedere il cantautore Ron a Garlasco dopo aver saputo della sua residenza lì.

Dopo il provino di Antonacci, Ron gli offre l’opportunità di dimostrare cosa può fare. Dopo averlo fatto, presenta Antonacci al cantante degli Stadio Gaetano Curreri, che alla fine dà ad Antonacci la sua grande occasione durante le prime canzoni di uno dei suoi concerti. quello è venuto dopo

Il Festival di Sanremo del 1988 fu il primo tentativo di Antonacci di esibirsi come Nuova Proposta; ha cantato “Voglio vivere in un momento”, ma non è riuscita a raggiungere la finale. Ha ottenuto un contratto discografico con la PolyGram grazie a Simonetta, sua moglie. Il suo primo album, Sono cose che capita, viene pubblicato nel 1989 in seguito all’incontro con il produttore Bruno Tibaldi.

Il progetto prende il nome dal secondo album, Adagio Biagio, uscito nel 1991. “Però ti amo” e “Danza sul mio seno” sono i primi singoli dell’album, che prende il titolo da una canzone satirica pubblicata negli anni ’20.Mentre lui era fidanzato sentimentalmente con Marianna Morandi, figlia di Gianni, dal 1993 al 2002, hanno avuto due figli, Paolo e Giovanni. Paola Cardinale era il padre del suo terzo figlio.

Raggiungere i propri obiettivi

Anche se il suo terzo disco soddisfa le aspettative delle case discografiche, cosa che è altamente improbabile che accada, il futuro di Antonacci è ancora incerto perché, nonostante l’hype che circonda i suoi primi due album, non è riuscito a raggiungere un enorme successo nazionale.

Fu uno scrittore molto prolifico nei suoi primi anni, e quell’intensità non svanì man mano che invecchiava. Oltre a Syria, Flavia Fortunato, Angela Baraldi, Flavia Fortunato e Stadio, ha collaborato con numerosi altri artisti.

Liberatemi fu la sua proposta di singolo e album del 1992; in precedenza aveva scritto per Mietta, Mia Martini , e Raffaella Carrà. Dopo un fortunato tour in Italia, dove ha suonato al Festivalbar, finalmente ha avuto un certo successo con questo album.

Questo disco, prodotto da Mauro Malavasi, consolida la posizione di Biagio Antonacci nel panorama musicale italiano con 150.000 copie vendute. Alla fine decide di unirsi alla Nazionale italiana di canto poiché il suo altro grande amore, il calcio, ha la priorità su tutte le altre sue responsabilità.

In una di queste occasioni conobbe Don Pierino Gelmini; La Gelmini è stata coinvolta in un’iniziativa per aiutare gli adolescenti poveri a rimettersi in piedi. Dopo aver ottenuto consensi per la sua interpretazione al Festival di Sanremo del 1993 di “Non so più a chi credere”, è andato in tournée in tutta Italia. In Champions l’anno successivo arrivò all’ottavo posto.

Nonostante compaia in una compilation con lo stesso titolo della canzone sanremese, venne originariamente pubblicata nel 1990 come singolo nel CD Se te videsse mama. Nello stesso anno Mina incide Mille motivi di Biagio Antonacci. Hai partecipato al Festival Lombardia 1996 con Marco Mangiarotti, diretto da Luigi e Carmelo Pistillo.

Conferma

Biagio Antonacci, il suo tanto atteso quarto album, uscì finalmente nel 1994 e consolidò la sua posizione di musicista di successo. Due brani separati sono “Non è mai” e “Se io, se lei”, una ballata. Un’altra traccia, Lavorrò, che includeva un leggero arrangiamento reggae, fu rimossa dall’album durante l’estate del 1995.

Il CD è pieno zeppo di potenziali toppers delle classifiche. Marianna, la sua compagna, è catturata nella versione “album edit”, mostrata anche lei alle prese con una strofa rappata. Sono stati venduti più di 300.000 album.

L’opera successiva di Antonacci, Il pile, è stata pubblicata nel 1996, e lo presenta in tre ruoli: autore, interprete e produttore. Sia “Happy Family” che “Se è vero che ci sei”, con la partecipazione di Mel Gaynor, batterista dei Simple Minds, sono stati scritti da lui e Luca Carboni sui tredici brani dell’album. Le versioni in duetto francese e inglese della canzone avranno come protagonista il cantante e modello Viktor Lazlo.

You make me Feel Wonderful, il sesto album in studio di Antonacci, conteneva i singoli “Quanto tempo e ancora” e “Iris, due dei brani più apprezzati dell’album. L’album raggiunse la vetta delle classifiche con 800.000 copie vendute dopo due anni. Grazie all’accoglienza straordinariamente positiva del suo successivo tour, Antonacci ha ricevuto il Tour Award al Festivalbar 1999.

Nel 2000, ha prodotto l’album siriano Come unadrop d’acqua bilanciando il programma del tour con i suoi responsabili.legami con i cori nazionali italiani. Nell’album erano presenti tre canzoni di Syria, una delle quali era Amazingamenteamore, che il cantante pontino cantò al Festival di Sanremo del 2001.

Biagio Antonacci Malattia

Nello stesso anno furono pubblicati Tra le mia canzone, una compilation di migliori successi, e Live in Palermo, un DVD di un’esibizione dal vivo registrata il 10 luglio 1999. Antonacci ha mostrato la sua abilità come paroliere per Laura Pausini con la sua composizione di “Tra te e il mare”, che ha ricevuto ampi consensi in Italia e all’estero.

L’album 9/Nov/2001 è uscito nel 2001, e ho pensato che potresti essere interessato a saperlo. Tutto ciò che attualmente viene ignorato, trascurato o dimenticato viene coperto, inclusi sogni, stati d’animo, amore ed emozioni. Sono state vendute oltre 400.000 copie del CD e la critica ne ha elogiato i meriti musicali e letterari.

Cuanto tiempo…y ahora, album di tredici brani, esce in spagnolo e destinato al mercato sudamericano nel 2003. Dopo aver firmato con la Cavese 1919 nell’aprile di quell’anno, fa il suo debutto ufficiale l’11 maggio, contro il Vittoria. Il suo concerto di giugno a Firenze è stato ospite speciale di Claudio Baglioni.

Coabitazione

Per l’album Resta in ascolto di Laura Pausini ha co-scritto il brano “Vivimi”, proseguendo la loro lunga collaborazione. Il primo capitolo del progetto Convivendo è uscito nel 2004, il secondo nel 2005. Nel tentativo di dare una scossa all’ambiente, l’industria musicale italiana pubblica due mini album intervallati in tempi diversi invece del solito doppio album.

I singoli dell’album “Convivendo”, “Non ci facompany” e “Mio padre è un re” facevano tutti parte dell’album del 19 marzo 2004, che avrebbe venduto oltre mezzo milione di copie e trascorso 88 settimane al vertice delle classifiche. i grafici.

Al Festivalbar 2004, gli è stato assegnato il Premio Album per Convivendo—Part I. Include “Sappi amore mio”, “Pazzo di lei” e “Imagine” tra gli altri, Convivendo—Part II è stato pubblicato nel febbraio dell’anno successivo.

“Vorrei cantare come Biagio” è stato scritto, cantato e dedicato a Biagio Antonacci dal cantautore Simone Cristicchi nell’estate del 2005. Tra gli 8 concerti live al Circo Massimo di Roma ricordiamo “Imagine” di Antonacci, “Liberatemi”, “Se io se lei” e “Non ci farecompany” del 2 luglio dello stesso anno. Ha vinto nel 2005 il titolo di Artista maschile italiano più venduto ai World Music Awards, assegnato all’artista maschile con il maggior numero di dischi venduti in Italia.

A Lampedusa si è esibito all’O’ Scià durante l’ormai consueta “jam session” di Claudio Baglioni a metà settembre. Il 4 novembre 2005 è uscito il DVD della registrazione dell’evento ConVivo svoltosi al Mediolanum Forum. Il 9 gennaio 2006, Convivendo—Parte II è risultato avere le vendite più alte in Italia nel 2005 secondo la classifica annuale ufficiale della FIMI.

“Bbaciano le donne”, in duetto con Biagio Antonacci, è uno dei brani del terzo album di Tiziano Ferro, Nuovi è solo, pubblicato il 23 giugno 2006. Unico artista ad aver ottenuto le nomination come Miglior album, Miglior cantante e Miglior cantante. Miglior Tour ai Telegatti 2006 è stato Antonacci.Leave me alone”, “Sognami” e “L’impossibile” sono i tre singoli in vetta alle classifiche di Vicky Love, pubblicati nel marzo 2007, due anni dopo Convivendo.

Il mega-concerto da 60.000 persone è stato un’anteprima del suo tour di novembre e ha avuto luogo il 30 giugno 2007 allo Stadio Giuseppe Meazza di San Siro. Il 7 settembre 2007, Vicky Love ha ricevuto l’Album Award al Festivalbar. Sognami, L’impossibile, Lazza stare, Liberatemi e Convivendo sono state tra le tante canzoni che ha eseguito al mensile MTV Day in Piazza del Duomo a Milano il 15.

Dal 9 novembre 2007 al 19 aprile 2008 il concerto si è svolto a Treviglio, e si è concluso al PalaLottomatica di Roma.

“Il cielo ha una porta sola” è stato il primo singolo estratto dall’album omonimo, pubblicato dalla Sony BMG il 31 ottobre 2008. Ha debuttato alla radio il 10 ottobre 2008. Nell’album sono incluse due canzoni inedite e tutti i più grandi successi di Antonacci, scelti dai suoi fan attraverso il sito ufficiale.

Inoltre, include le interpretazioni inedite di Vivimi e Tra te e the sea di Antonacci, registrate da Laura Pausini. Dopo aver rubato legalmente la strumentazione dal successo dei Rolling Stones del 1981 “Start Me Up”, ha ribattezzato la sua canzone “Tra te e il mare” in “Rolling Version” e l’ha usata come ispirazione per la sua canzone.

Biagio Antonacci Malattia
Biagio Antonacci Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!