Caso Marco Vannini Wikipedia

Spargi l'amore
Caso Marco Vannini Wikipedia
Caso Marco Vannini Wikipedia

Caso Marco Vannini Wikipedia – Filosofo, accademico e traduttore italiano Marco Vannini. Nasce a San Piero a Sieve il 3 gennaio 1948. Frequenta le scuole elementari al Liceo-Ginnasio Michelangiolo di Firenze, per poi laurearsi in Filosofia teoretica presso l’Università di Firenze nel 1969. La sua tesi trattava con gli scritti mistici e metafisici di Ludwig Wittgenstein.Fu ospite del priore p.

Gino Ciolini nel Convento Agostiniano di Santo Spirito a Firenze dal 1975 al 1977. Dopo essersi laureato nel 1980 allo Studio Teologico Fiorentino, ha conseguito come credenziale il Baccalaureato in Teologia.Ilaria e Andrea sono figli del matrimonio con Sabina Moser, filosofa e studiosa di Simone Weil, avvenuto nel 1993.

Studiando e viaggiando in Europa e non solo, ha avuto contatti con civiltà e religioni non cristiane, comprese quelle di India, Sri Lanka, Cina, Tibet, Giordania, Turchia ed Egitto.Ha lavorato come insegnante di storia e filosofia presso l’Università di Firenze per tre anni prima di trasferirsi all’Istituto di Scienze Religiose di Trento, in Italia, per tenere un corso sulla storia della mistica nel 1998.

Genova, Trento, Ancona, Perugia, Urbino, Pavia, Pisa, Macerata, Napoli, Fermo, Parma, Arezzo, Chieti, Roma, Avila, Strasburgo, Berlino sono solo alcune delle istituzioni italiane e straniere dove è intervenuto a convegni e seminari.

Un esempio di ciò potrebbe essere la pratica comune, il 17 maggio 2015, di fare un’escursione fuori città con i bambini per una giornata di compagnia, gioco e possibilmente anche una visita alla spiaggia o alla piscina.

Intorno alle 23.41, mentre volge al termine il turno del personale della centrale operativa dell’ARES 118 del Lazio, l’operatore riceve una telefonata dal signor Federico Ciontoli, il quale riferisce che un bambino è svenuto dopo essersi sentito male a causa di uno scherzo.

Ad un certo punto della conversazione telefonica dell’operatore aleggia una voce di donna in sottofondo, che nota che il bambino era nella vasca mentre faceva il bagno. Tuttavia, le fu fatto credere che l’aiuto non fosse necessario quando la voce di un uomo, non quella al telefono, la interruppe.

Il signor Antonio Ciontoli ha chiamato nuovamente il 118 intorno alle 00:06 per segnalare che il bambino era caduto nella vasca da bagno, si era leggermente trafitto con un pettine a punta e quindi aveva paura. Mentre il soggetto descriveva le cause dell’incidente, l’operatore della stazione riusciva a malapena a sentire le grida dell’uomo “fermati, per favore, fermati” a causa delle scariche statiche.

Un’ambulanza si avvicina all’abitazione della famiglia Ciontoli poco dopo la mezzanotte in una tranquilla strada della provincia di Roma conosciuta come via Alcide De Gasperi.I soccorsi sono stati informati da Antonio Ciontoli, che era insieme al figlio Federico, che il bambino salvato era “un po’ svenuto”,

era “stato colto da un attacco di panico, da una crisi d’ansia” e si era fatto male nella vasca dopo essere scivolato e essersi tagliato. se stesso con un pettine affilato. Le condizioni di salute del giovane erano peggiorate al punto che un’eliambulanza è dovuta atterrare due volte nel tragitto dall’ospedale di Ladispoli al Policlinico Gemelli di Roma.

Il giovane è morto intorno alle 3:30 del 18 maggio dopo che un proiettile gli è entrato nel cuore dopo essere entrato nel polmone.Nelle sere del 17 e 18 maggio 2015, nella casa di Ladispoli della famiglia Ciontoli, sono accaduti una serie di fatti assurdi e aspettavo con ansia che la Corte di Cassazione prima o poi si pronunciasse su questo strano caso e fornisse spiegazioni.

Qui ascoltiamo la tragica storia del ventenne Marco Vannini, residente a Ladispoli e unico figlio di Valerio Vannini e Marina Conte . Marco lavorava come bagnino e frequentava lezioni di nuoto per perseguire il suo obiettivo di pilotare le Frecce tricolore.Il ragazzo era adorato dai suoi genitori e dai suoi amici per il suo carattere solare e la sua generosità.

Erano passati quasi tre anni da quando Marco e Martina Ciontoli si erano fidanzati prima di quella fatidica notte. Poco più di due settimane fa si sono riconciliati dopo la rottura.In un palazzo residenziale di Ladispoli viveva Maria Pezzillo, madre di Martina Ciontoli; suo fratello Federico; e Antonio, suo padre. Tutti e tre avevano posizioni sociali di tutto rispetto.

Dopo aver prestato servizio nella Marina Militare, il maresciallo Antonio Ciontoli, nato a Caserta l’11 marzo 1968, è stato distaccato nei servizi segreti. Per entrare nell’Accademia dell’Aeronautica Militare era già in lavorazione una lettera di raccomandazione del suocero di Marco.

Marco ha consumato il suo pasto abituale a casa della ragazza il 17 maggio 2015.Poco dopo mezzanotte, il giovane chiama i suoi genitori per dire loro che ha intenzione di andare a letto con Martina.

Suo fratello Federico e la sua fidanzata Viola Giorgini erano tra i visitatori serali dell’appartamento della ragazza quella notte, insieme ai suoi genitori, Maria Pezzillo e Antonio Cintoli. Antonio Ciontoli irrompe all’improvviso con una pistola presa dalla scarpiera mentre Marco trenta minuti dopo entra per fare il bagno.

Durante quella manovra venne sparato involontariamente un colpo dalla Beretta da 9 millimetri, che wiVerrà dimostrato più avanti nel processo. Il giovane è rimasto ferito, ma sembra che la ferita non fosse in una zona vitale.

Caso Marco Vannini Wikipedia

Di conseguenza, sceglie di mostrarglielo.Il 23 maggio 2016 si è aperto presso la Corte d’Assise di Roma il processo per omicidio di Marco Vannini. Nel complesso, la famiglia Ciontoli rischia di perdere molto se verrà condannata per la relazione e l’omicidio.

Tutti i loro sforzi congiunti “hanno ritardato il salvataggio fornendo informazioni scarse e contrastanti sull’incidente e sulle condizioni del ragazzo”, come ha affermato il primo ministro.Gli esperti nominati dalla Procura per rappresentare Marco hanno testimoniato che avrebbe potuto essere salvato se avesse ricevuto aiuto prima.

Di conseguenza, il giovane sarebbe morto più rapidamente perché lo sforzo di nascondere l’accaduto gli ha fatto ritardare la richiesta dei soccorsi.Antonio Ciontoli è stato condannato a 14 anni di reclusione per omicidio colposo dopo un processo di primo grado terminato il 18 aprile 2018. Sua moglie e i suoi figli sono stati condannati a tre anni ciascuno per omicidio colposo.

Il 29 gennaio 2019 è stato l’ultimo giorno del processo di esecuzione per Marco Vannini. La famiglia Ciontoli rischia la pena detentiva di 14 anni richiesta dalla Procura generale. Tuttavia, il padre ha ricevuto una condanna a cinque anni mentre Maria Pezzillo,

Martina e Federico hanno ricevuto tre anni ciascuno. La Corte d’Appello ritenne sinceramente che si trattasse di omicidio colposo.La Corte Suprema ha fissato il 7 febbraio 2020 per esaminare i casi relativi alla morte di Marco.

Schierandosi con i ricorsi presentati dalla Procura generale e dalle parti civili – che sostengono che la morte di Marco sia stata un omicidio deliberato con probabile premeditazione – i giudici ermelini di qui hanno ribaltato le precedenti condanne.

Secondo la sentenza del 7 febbraio 2020 della prima sezione penale della Cassazione, “la morte di Marco Vannini è avvenuta dopo il colpo di pistola imputabile al solo Antonio Ciontoli” e Ciontoli “è rimasto inerte,

ostacolando i soccorsi”. Secondo la sentenza, la morte della vittima sarebbe stata “la conseguenza sia delle lesioni provocate dallo sparo, sia del mancato soccorso che, certamente, se attivato tempestivamente, avrebbe scongiurato l’increscioso effetto”.

La Consulta, rinviando gli atti alla Corte d’Assise d’Appello di Roma, ha confermato questo assunto e ha annullato la sanzione di secondo grado, consentendo alla famiglia Ciontoli di chiedere un nuovo processo.La condanna a 14 anni di Antonio Ciontoli per omicidio volontario colposo sarà riconfermata alla conclusione del procedimento di appello-bis il 30 settembre 2020,

secondo le motivazioni fornite dalla Corte di Cassazione. Lui riceverà una pena detentiva di 9 anni e 4 mesi mentre la sua famiglia riceverà una condanna per “concorrenza anomala” e una pena sospesa. Le condanne sono ormai definitive a partire da oggi, 3 maggio 2021, conclusione del secondo processo in Cassazione.

I giudici della Cassazione hanno cambiato la sentenza solo di tre persone: Federico e Martina Pezzillo, che sono i suoi figli, e la stessa Maria Pezzillo. La specificità del reato è stato l’unico aspetto che i giudici hanno modificato. Secondo fonti della difesa, i giudici hanno ridotto la “concorrenza anomala” a “semplice concorrenza attenuata dal minimo ruolo e contribuzione causale”.

Dopo sei lunghi anni di lotte, i genitori di Valerio Vannini, Marco e Marina, hanno ottenuto al figlio ciò che si meritava. Le imbarazzanti intercettazioni, le affermazioni contraddittorie e le indagini incompiute che hanno coinvolto la famiglia Ciontoli hanno fatto dubitare in molti sulla veridicità delle dinamiche e dei fatti del delitto.

L’omicidio del piccolo Marco è avvenuto presso la residenza Ciontoli, ma la verità processuale potrebbe aver trascurato questo fatto.Marco avrebbe potuto ancora salvarsi nonostante la ferita da arma da fuoco se i soccorsi non fossero stati ritardati. Ecco perché persistono i sentimenti di rimorso. Lasciare morire un bambino era l’altra opzione, più crudele.

Marco potrebbe essere nato da chiunque di noi, anche se nessuno potrà mai comprendere appieno il dolore, la perdita e il senso di colpa che hanno attraversato i suoi genitori. Spero che i genitori di Marco avranno un po’ di compassione e mi lasceranno fuori dai guai. Secondo un’intervista a Franca Leosini pubblicata su Storie Maledette, questi i commenti di Antonio Ciontoli.

“Certamente non prima di trent’anni di carcere”, rispondono i ragazzi di Marco Vannini. Sembra sia stato un caso che la prima puntata sia andata in onda ieri sera su Rai 3, mentre la seconda è prevista solo domani sera.

Caso Marco Vannini Wikipedia
Caso Marco Vannini Wikipedia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!