Emanuela Cortesi Marito

Spargi l'amore
Emanuela Cortesi Marito
Emanuela Cortesi Marito

Emanuela Cortesi Marito – Il Festival di Castrocaro nel 1973 e il Festival di Sanremo Sezione Giovani nel 1974 furono entrambi vinti dalla cantante italiana Emanuela Cortesi, nata a Fusignano il 5 maggio 1958. “Manù” è il suo nome d’arte.

Il mio background

Questa persona è la sorella minore di Gino Bella. È stata determinante nella creazione dell’evento Ariccia of Strangers di Teddy Reno, un evento canoro tenutosi a Misterbianco nel 1965. La sua vittoria, però, è stata annullata, perché il torneo aveva stabilito un limite di età di quattordici anni. , e aveva solo tredici anni. Anche se risulta sempre vincitrice in qualunque competizione partecipi, le case discografiche hanno difficoltà a cogliere il suo caratteristico accento siciliano.

Ivo Callegari, che in precedenza era stato il produttore di Caterina Caselli, aiutò Marcella a ottenere un contratto con la CGD nel 1968. Nel maggio del 1969, lanciò la sua carriera musicale con il suo primo singolo 45 giri. Sul lato B appare un duetto con Il clown del Cantagiro, mentre sul lato A è presente “Un ragazzo nel cuore” di Mogol e Roberto Soffici.

Nello stesso anno, mentre la cantante era in competizione a Venezia alla V Mostra Internazionale di Musica Leggera, la sua etichetta discografica le consigliò di registrare Bocca dolce, una cover italiana del singolo numero 1 degli Archies “Sugar, Sugar”. Il pubblico rimase solo leggermente stupito .

Quel decennio degli anni ’70

La canzone di Italo Ianne e Gianni del 1971 “Hai ragione” è eseguita da Marcella Bella, anche se il nome di Gianni Bella è elencato sull’etichetta dell’album come G.Bell. Questa canzone fu suonata all’Esposizione Internazionale di Musica Leggera di Venezia nell’autunno del 1971 come parte della divisione giovani. Marcella si è classificata seconda su cinquanta aspiranti artisti, dietro a Romolo Ferri. Tra gli altri artisti figurano Edoardo Bennato, Ivana Spagna, Fiorella Mannoia, Riccardo Cocciante e Amedeo Minghi.

Durante gli anni ’80

Nel 1980, durante la rassegna canora estiva di Saint Vincent, lancia il suo nuovo 45 giri Baciami. Come parte della sua esibizione al Festivalbar, presentava Rio de Janeiro come lato B. Era anche un concorrente.Nel 1981 Marcella fece il suo tanto atteso ritorno al Festival di Sanremo con Pensa per te, composizione che in seguito considererà la meno riuscita; si è piazzato nono.

Nello stesso anno escono il rilancio e l’album Marcella Bella. Il suo obiettivo è esibirsi al Festivalbar quest’estate con il terzo singolo, Canto amministrazione. Nei primi tre mesi dello spettacolo Marcella, Pippo Baudo e Sandra Mondaini sono fissi; in autunno esce un nuovo 45 giri dal titolo “Mi mancherai”.

Il testo in italiano è stato scritto da Giorgio Calabrese, e la canzone è una versione di “Don’t walk away” degli Electric Light Orchestra.Il brano “Problemi” dal suo album del 1982 la incoraggia a tornare al Festivalbar e a Saint-Vincent. Con l’aiuto di Mogol, Marcella svela il suo singolo di debutto “Un anno in più” in questo album, in cui compare anche Dario Baldan Bembo.

Quel decennio

Con la canzone “Verso l’ignoto” venduta da 80.000 copie e l’album di accompagnamento, che è stato ri-registrato a Londra con l’assistenza di Geoff Westley, lui e suo fratello Gianni avanzano al Festival di Sanremo per il sesto anno consecutivo l’anno successivo. anno.

“Mi dodondo” è stato riproposto per l’ultimo album di Adriano Celentano. Comprende tutti e sei i brani eseguiti alla Premiatissima ’84 con la bonus track “Ancora tu” da Nell’aria, Canta Battisti è uscito poco dopo il CD dalla sua ex etichetta discografica CBS.

A causa di disaccordi irrisolti con l’etichetta discografica, che portarono alla risoluzione del contratto da parte dell’etichetta, il suo album del 1991 Sotto il vulcano fu il suo primo grande flop commerciale. L’album è stato sottopromosso.

La title track dell’album, “Amici”, è stata scritta da Valerio Negrini e Roby Facchinetti, ma la cantante ha preferito eseguire un brano più accessibile che aveva registrato con Riccardo Fogli e convertito in un singolo radiofonico. Apparentemente Ricordi voleva presentare questa canzone al Festival.

Emanuela Cortesi Marito

Nel 1993, un anno dopo la nascita del suo terzo figlio, pubblicò il suo album dal vivo omonimo, Tommaso!. L’inedito “Io credo”, composto per il Festival di Sanremo del 1994 ma rifiutato perché la voce di Remo Girone sarebbe stata troppo prominente nell’introduzione parlata, è stato incluso in questo album con le sue canzoni più famose.

Quindi, il disco verrà ristampato molte volte nel corso degli anni.Ha partecipato a Viva Napoli di Canale 5, una competizione canora, nel 1994, segnando il suo ritorno in televisione dopo due gravidanze. Si è classificata al primo posto nella prima puntata grazie alle sue interpretazioni di “Maggio” e “Na sera”, due canzoni della tradizione napoletana.

Nel 1995 partecipa a Viva Napoli, anche se la sua interpretazione di “Torna a Surriento” non arriva in finale. Nello stesso anno, Marcella ha contribuito alla CGD con il suo album di cover Anni dorati, che comprendeva cover spagnole e italiane di successi cult degli anni ’40 e ’50.

Collaboratori degni di nota includevano Geoff Westley e la London Symphony Orchestra, mentre Gianni Bella era responsabile dell’aLa confezione dell’album. I critici sono stati molto elogiativi per la sua superba operazione di registrazione.

L’attività musicale di registrazione e trasmissione del cantante è diminuita drasticamente dopo un breve tour primaverile.Con il gruppo di Mario Merola nel 1997 – che comprendeva anche Guapparia e Munasterio ‘e Santa Chiara – gareggia per la terza volta a Viva Napoli.Alla fine degli anni ’90, insieme al fratello Gianni, lavora a due dischi americani, È unmiracle e Ama la vita, ma nessuno dei due viene accettato dalle commissioni di selezione del Festival di Sanremo.

Durante gli anni 2000

L’interprete catalano ha cantato al Concerto di Natale trasmesso in diretta dal Duomo di Milano nel 2000, in un periodo di totale silenzio concertistico e di registrazione. Ha cantato “L’Arcobaleno”, canzone che Adriano Celentano aveva registrato qualche anno prima; Gianni Celentano aveva composto la musica.Passato e presente è stato il secondo album in studio di Marcella dopo aver firmato un contratto con Sony Music nel 2002.

Due singoli di Renato Zero e una partecipazione di Gianni Morandi alla trasmissione Raiuno erano tra i tre brani inediti. incluso. Giancarlo Bigazzi ha coperto Montagne verdi. Erano presenti anche “Nessuno mai” e “Fa chic”, due dei primi singoli di Marcella. Dopo l’uscita del suo album quest’estate, lei e suo fratello andranno in tournée nella penisola per esibirsi.

Due classici italiani, “E se futuro” di Mina e “Ancora” di Eduardo De Crescenzo, sono stati eseguiti dal cantante durante il Festival di Sanremo 2004, invitato dal direttore artistico Tony Renis. Da quella corsa, la serata alla fine ha avuto il maggior numero di spettatori.Marcella è tornata al Festival di Sanremo nel 2005 per una ripresa di Uomo bastardo, dopo una pausa di quindici anni.

Dopo aver superato ciascuno dei round preliminari nella categoria “Classica”, la canzone è arrivata alla finale. L’album omonimo è uscito durante la settimana del Festival e vanta collaborazioni molto note, tra cui Medusa , Tempo mio , una cover di Se io se lei . , e molti altri. Si riunisce anche con Mogol dopo una lunga pausa.

Marcella, suo fratello Gianni e la stessa Marcella si sono esibiti al 57° Festival di Sanremo nel 2007. Con il 30,5% dei voti, la canzone ha vinto il sondaggio del settimanale televisivo Sorrisi e Canzoni, anche se ieri sera i giudici di qualità gli hanno dato un voto decisamente insoddisfacente. Le cover di “Apri il cuore” e “Confessa” di Adriano Celentano si trovano nell’album dello stesso anno, Forever per sempre. Essendo il primo album con duetti tra la cantante e suo fratello, Gianni Bella e Mogol hanno scritto ogni canzone dell’album.

La collezione di CD, DVD e libri del marzo 2009 pensata per celebrare i suoi 40 anni di professione non è mai stata realizzata a causa dei problemi di salute del fratello Gianni.Il 28 settembre 2010 è stato pubblicato un cofanetto contenente cinque dei sei album di CGD degli anni ’70, segnando la prima disponibilità digitale di quegli album.

Marcella è iscritta a I Raccomandati dal 7 gennaio 2011 e nelle sei settimane successive alla prima del programma ha esposto i suoi principali successi sulla nuova edizione di Raiuno. Marcella ha partecipato a Baila! di Canale 5! con il giornalista di Striscia la Notistica Max Laudadio da settembre a ottobre dello stesso anno.

Dopo una pausa di quattro anni, Luis Frank della band cubana Buena Vista Social Club ha co-scritto e co-eseguito gli arrangiamenti per la canzone indipendente “Malecon” uscita quest’inverno.Nonostante fosse previsto un duetto con Mónica Naranjo, “L’amore che io niente”, al Festival di Sanremo 2012 insieme ad altri artisti di spicco, la stella della cantante non c’era.

Registrato all’Avana nell’estate del 2011 con musicisti dell’isola, il nuovo album Femmina Bella è interamente dedicato ai suoni e alle atmosfere di Cuba. L’emissione è prevista per il 31 gennaio. I membri che hanno contribuito alla composizione dell’album includono Gian Pietro Felisatti, Antonio Summa, Cristiano Malgioglio, Corrado Castellari e Maurizio Costanzo.

Ci sono due versioni di famose canzoni cubane che potresti ascoltare: Per sempre di Adriano Celentano e Veinte Anos di Omara Portuondo. A maggio esce finalmente su CD L’anima dei matti, registrato principalmente nel 1975 alla Bussola di Viareggio.Marcella è entrata a far parte della giuria di qualità di Io canto, concorso per talenti su Canale 5, il 22 settembre 2013.

Emanuela Cortesi Marito
Emanuela Cortesi Marito

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!