Spargi l'amore
Giovanni Pennisi
Giovanni Pennisi

Giovanni Pennisi – Facile mia è stato diretto dal regista italiano Steno nel 1984.Il film può essere visto anche in un adattamento televisivo di 3,5 ore. Le aule di tribunale furono anche l’ambientazione del film di Steno del 1953 Un giorno in pretura, con Peppino De Filippo nel ruolo del magistrato.

Ciò che prima era

Nel 1627, dopo un efferato omicidio avvenuto nel bosco di Aci mentre un curato tornava ad Acireale dalla celebrazione della messa cittadina, venne pubblicata per la prima volta una testimonianza della “Madonna de li Malati”. La leggenda narra che il nome della famiglia Malati derivi da un lazzaretto, ma non è stata trovata alcuna prova storica a sostegno di questa affermazione. La chiesa attuale, che risale al 1865, è stata edificata grazie a sottoscrizioni storiche.

L’economia è fiorente da parecchio tempo, con un focus sulla lavorazione della frutta e sulla produzione di limoni, nonostante il fatto che l’outsourcing abbia avuto un impatto significativo per un periodo. L’essere una zona residenziale centrale è l’unico cambiamento che ha subito la frazione.

La cittadina è stata teatro di numerosi terremoti: il Linera del 1944, il Linera del 1952, il San Giovanni Bosco del 1970, il terremoto di Zafferana Etnea del 1985, il terremoto di Acireale del 2001 e quello di Santa Venerina del 2002. Alcuni studi geologici hanno mostrato una pletora di faglie attive nella zona.

La significativa donazione del terreno su cui sorge la chiesa parrocchiale è stata fatta dal Vescovo Giovanni Pennisi Platania. La posa della prima pietra avvenne nel 1865. Nel 1921 il vescovo della neonata diocesi di Acireale conferì alla parrocchia il titolo di arciprete.

Il paese e la parrocchia sono profondamente devoti a Maria Santissima Salute degli Infermi, loro patrona. La seconda domenica di agosto viene portata in corteo, lungo nove ore, lungo tutte le vie del paese, lungo un artistico fercolo. Altro punto da considerare è San Luigi Gonzaga, a lungo venerato ma ormai quasi dimenticato.

Versione televisiva

Il 3 e 4 settembre 1987 Italia 1 trasmise l’adattamento televisivo del film in due parti. La nuova versione dura tre ore e trentasei minuti. In questa versione ci sono altri quattro casi: uno riguardante un artista della truffa che ha derubato alcuni cittadini nella loro abitazione; un’altra su un ristoratore marchigiano e un cliente che ritenevano il cibo immangiabile, tanto da arrivare all’accusa di bancarotta; un quarto su una donna meravigliosa accusata di detenere denaro illegalmente; e, infine, una quinta sulla frode, dove il magistrato è cliente dell’imputato.

La fortuna della famiglia iniziò nel XVIII secolo con il commercio di tessuti. Il barone Agostino Pennisi di Floristella fu il membro più famoso della famiglia; era un uomo d’affari di successo e un famoso numismatico. Nacque ad Acireale il 17 luglio 1832 e morì il 14 agosto 1885. I signori Floristella di Sicilia possedevano una grande miniera di zolfo all’interno del loro regno, nei pressi di Valguarnera Caropepe e il palazzo baronale di Floristella.

Dopo il completamento della stazione ferroviaria, che il barone Agostino riteneva estremamente importante, la città fu inclusa nel grand tour della Sicilia nel 1867. Vi fece costruire un castello, terme e albergo, con tanto di costose vasche di marmo, come un investimento. Il giardino e le terme furono da lui realizzati nella seconda metà dell’Ottocento.

Accolsero i visitatori per la prima volta nel 1873. Da molti anni nella vicina Villa Pennisi viene organizzato un importante festival musicale. Re Umberto I di Savoia e la Regina Margherita, il Presidente Benedetto Cairoli , Richard Wagner e la sua famiglia , Menotti Garibaldi , Federico II, Granduca ereditario di Baden, Ruggero Bonghi, ed Ernest Renan furono tra gli ospiti illustri che soggiornarono nell’hotel, noto per il suo bellissimo giardino storico .

Sono esempi anche il Castello di Scammacca, che prende il nome dagli attuali proprietari e si trova vicino alla vecchia stazione di Acireale, e la residenza acireale dei Pennisi di Floristella, che si trova in piazza Lionardo Vigo e presenta una facciata realizzata dall’architetto Mariano Falcini. del suo lavoro.

La Monetaria Floristella nasce quando lui e il figlio Salvatore Pennisi Alessi portano avanti la tradizione di famiglia di collezionare monete antiche provenienti dalla Grecia, dalla Sicilia e da Roma, lasciate loro in eredità dal nonno. Nel suo tesoro sono incluse molte monete uniche nel loro genere. Oggi alcuni dei reperti sono custoditi nel Museo Archeologico Regionale di Siracusa, mentre altri li conservano ancora i proprietari originari.

Sotto la sua guida venne fondato il Collegio dei Gesuiti. Fin dalla loro nascita, nel 1894, la Società di Mutuo Soccorso di Acireale si è dedicata al Barone Agostino Pennisi. L’ex Hotel des Bains si affaccia anche sul sito della vecchia stazione ferroviaria di Acireale, dove è ricordato.

L’erede Paolo Pennisi, scomparso nel 2018, aveva appreso dai monaci greci del Monte Athos la tecnica di dipingere su tavole di legno utilizzando la lamina d’oro. Molte persone ricordano con affetto i suoi dipinti. Franck Pennisi, musicista e compositoreer di Acireale, Francia, scomparso a Roma nel 2000, è stato un altro pioniere della scuola Nuova consonanza.

Nonostante sia intimidito dalla reputazione di Rosario Mancuso come mafioso corleonese, il magistrato nell’episodio pilota lo dichiara colpevole di lesioni negligenti in un incidente automobilistico a Roma. Dopo la sentenza, l’uomo lo avvicina in un bar. Nonostante il suo impulso iniziale di scappare, fa trascinare la moglie e la suocera in tribunale quando teme per la sua vita.

Giovanni Pennisi

Tuttavia, la vera motivazione del mafioso era quella di esprimere il suo apprezzamento per la sentenza, che gli ha fornito il via libera per eludere una condanna per omicidio in un processo successivo e un’enorme somma di denaro. Dopo il fatto si pentì affermando che il termine “lupara” per lui non aveva alcun significato se non quello di un villaggio del Nord Italia.

Nella seconda puntata assistiamo all’animosità tra il musicista napoletano Leonardo De Leonardis e il cantante rock Artemio Chiccaccia, che rischia il processo insieme a tutta la sua band. In realtà ha plagiato il brano musicale “O sole mio”, come si legge nel secondo. Non appena il musicista inizia a suonare, tutti i presenti nella corte iniziano a cantare e ballare. Al termine, il maestro De Leonardis tornerà nel suo ufficio e chiederà a Mameli il pagamento per aver scritto l’inno nazionale.

Il terzo episodio si apre con Rosanna Bianchini, impiegata dell’ufficio delle imposte, che fa causa alla scrittrice Luisa Pelliccione, dicendo che Pelliccione ha pubblicato un articolo accusando Bianchini di avere rapporti sessuali mentre era sul lavoro. La Bianchini lo ammette liberamente, nonostante affermi che la seconda attività non ha alcuna attinenza con i suoi doveri d’ufficio.

I casi di diffamazione spesso non dispongono della documentazione necessaria, il che rende difficile per i magistrati emettere una sentenza, anche se si sentono in colpa per il denunciante. Tuttavia si sforza di consolare Rosanna dopo l’udienza; il disordine le fece perdere il lavoro al ministero e l’appartamento dove aveva fatto la prostituta. Il magistrato concede a Rosanna l’accesso ai fondi che Mancuso gli aveva fornito in cambio del suo contributo in quattro gare locali.

Nel bel mezzo del quarto episodio, uno dei criminali, Luigi Marchetti, in arte Mani d’Oro, viene catturato. È molto orgoglioso di ammettere che intendeva saccheggiare una villa che credeva non occupata. In realtà si tratta del giovane figlio del proprietario, a quanto pare. Il giovane è così felice di passare del tempo con il ladro che lo aiuta persino ad aprire la cassaforte.

Per proteggere il ragazzo dai suoi genitori, Luigi ristabilisce l’ordine dopo aver subito una ferita al suo orgoglio professionale di ladro. Le governanti si accorgono che se n’è andato e lo sequestrano. Ottenne una grossa pensione per i suoi sforzi sindacali mentre scontava una pena detentiva di tre mesi e fondò anche l’Unione dei ladri di artisti professionisti.

Rebecchino De Profundis, il famigerato artista della truffa, critica un vicino nell’episodio 5 per averlo definito un jettatore. Il querelante provoca il caos in aula scatenando tempeste e blackout ogni volta che ritiene che le sue affermazioni vengano contestate.

Una supplica-esorcismo del magistrato porta alla denuncia dell’imputato per calunnia e ad un risarcimento di 200.000 lire. Il magistrato è in preda al terrore. Successivamente l’amministrazione fece causa a De Profundis, questa volta sostenendo che fosse responsabile della morte di un residente nell’edificio.

Due tifosi della Roma, il principe Valfredo Orselli di Querciarola e l’elettricista Oreste, sono stati rimproverati da un chirurgo plastico, grande tifoso dell’Inter nella sesta puntata, per il loro linguaggio volgare e il loro comportamento ignobile. Entrambi erano allo stadio Olimpico a tifare per le rispettive squadre quando scherzosamente gli pisciarono addosso. Ma l’udienza si trasforma in caos poiché tutti i presenti sono troppo entusiasti di lodare la propria squadra e il processo continua invece di finire.

Un uomo effeminato di nome Umberto Recchia porta le sue lamentele con un uomo che lo ha definito un frocio all’ufficio postale nell’episodio sette. In questo caso, il querelante ha vinto e ha ricevuto il risarcimento dei danni grazie alla testimonianza di un dipendente e di un avvocato che condividevano sorprendenti somiglianze nel linguaggio del corpo e nei modi di parlare.Dopo che l’allenatore di Annibale Saraceni vede che il suo inutile pugile ha perso il suo primo incontro, l’ottavo episodio si apre con Saraceni cacciato dall’edificio.

Giovanni Pennisi
Giovanni Pennisi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!