Laura Biagiotti Vita

Spargi l'amore
Laura Biagiotti Vita
Laura Biagiotti Vita

Laura Biagiotti Vita – Essendo un Leone nato a Roma, Laura Biagiotti è famosa per il suo contributo all’alta moda italiana. Si trasferirono nella campagna fuori Roma nel 1980 e restaurarono il Castello di Marco Simone, monumento nazionale dell’XI secolo, dove lei ha vissuto e lavorato dalla sua morte.

Negli anni ’60 Laura Biagiotti si interessa al settore della moda, seguendo le orme della madre, Delia Soldaini Biagiotti, che in precedenza aveva fondato un atelier. Fin dalla sua prima collezione, Laura Biagiotti ha utilizzato il sontuoso materiale cashmere in tutti i suoi modelli, guadagnandosi il titolo di “la Regina del Cashmere” dal New York Times. Per questo motivo è ora riconosciuta come una figura di spicco nel settore della moda in tutto il mondo.

Ringraziamenti

New York City l’ha nominata “Donna dell’anno” nel 1992. Il tuo contributo nel portare l’industria italiana in Cina è stato riconosciuto nel 1993, quando hai ricevuto il trofeo Marco Polo durante una cerimonia a Pechino. Nel 1995 sei stato insignito del titolo di Cavaliere del Lavoro dal governo italiano per il tuo contributo al settore della moda e per il tuo ruolo nel promuovere il profilo internazionale del Made in Italy.

Attraverso la tua guida del Comitato Leonardo (2000-2008), le conquiste artistiche, industriali e culturali dell’Italia sono state ampiamente celebrate. Dal 2009 sei il nostro presidente onorario. Nel 2001, ha fatto notizia come prima stilista a ricevere il Prix Femmes D’Europe, un premio assegnato a persone che hanno promosso la parità di genere nella sfera politica ed economica europea.

Moda&Arte

Dopo aver completato il restauro del Castello Marco Simone, Laura Biagiotti ha prestato la sua collaborazione per salvare un piviale ricamato ispirato a Botticelli dal Museo Poldi Pezzoli di Milano. La Scala Cordonata del Campidoglio, edificio storico nel cuore di Roma, è stato ristrutturato da Laura Biagiotti Parfums e riaperto al pubblico nel 1998. Giacomo Balla, pittore futurista, è il soggetto della più grande collezione di Laura Biagiotti, che condivide con lei marito.

Fu solo nel dicembre del 2009 che l’Arazzo “Genio Futurista” del Maestro Giacomo Balla fu svelato al pubblico al Museo dell’Ara Pacis di Roma, dopo essere stato tenuto segreto per più di tre decenni. Mostra del “Genio Futurista” di Giacomo Balla all’Expo 2015, Milano, Italia. Questa settimana su “Giacomo Balla:

Moda&Sport

Sono state le sorelle Biagiotti, Laura e Lavinia, a immaginare per prime una collaborazione tra l’industria della moda e quella dello sport per rafforzare la posizione del Made in Italy nel mercato globale. Mentre la presentazione della moda di Laura Biagiotti nell’ottobre 2000 raggiungeva il suo drammatico finale, una sfilata di medaglie d’oro olimpiche dei Giochi di Sydney 2000 marciava per la stilista in un tricolore di cashmere.

Fragranze

Autore di numerose fragranze best-seller, inTra cui Fiori Bianchi del 1982, Roma del 1988 e Venezia del 1992, Laura Biagiotti è un nome familiare nel settore dei profumi. Sia Laura che Roma Uomo sono apparsi per la prima volta nel 1994. Il miglior esordiente ai Fifi Awards 2004 è andato ad Aqua di Roma.

Quell’anno apparvero sul mercato per la prima volta le fragranze di Mistero di Roma. Essenza di Roma nel 2013 è stato il primo passo di questo percorso. Roma di Laura Biagiotti è un best-seller mondiale da 25 anni. Il 2014 segna il debutto di Blu di Roma. L’ultimo profumo di Laura Biagiotti, Roma Passione, è uscito ad ottobre.

Era un requisito di Laura Biagiotti indossare cashmere e un completo tutto bianco. La classe elitaria dei consumatori. È davvero soddisfatta di se stessa per aver fondato la propria azienda. Si dice che ha idem: “Forse non esiste una parola vera per definire quello che faccio, ma questo lavoro mi va bene così com’è” . quando le viene chiesto di spiegare perché non vuole essere definita stilista.

Laura Biagiotti Vita

Come stilista italiana di spicco degli anni ’80, Laura Biagiotti ha collaborato con artisti del calibro di Giorgio Armani, Gianfranco Ferré, Krizia e Gianni Versace per battere record, inclusa la prima sfilata in Cina per promuovere la moda italiana nel mondo. Oltre a disegnare prêt-à-porter, ha anche disegnato accessori, calzature, fragranze e interni. La casa fondata dal padre dello stilista è ora gestita dalla figlia dello stilista, Lavinia Biagiotti Cigna, e genera un fatturato di 90 milioni di euro all’anno.

Tutte le principali città del mondo, come Roma, Milano, Berlino, Parigi, Mosca, New York, Pechino, Seul e Tokyo, hanno accesso ai prodotti dell’azienda. L’icona del design Laura Biagiotti ha ispirato il soprannome dell’azienda. Allora, da dove potrebbe avere origine tutto questo? La chiave si trova nella biografia di Laura Biagiotti.

Il 4 agosto 1943, a Roma, in Italia, Biagiotti veniva al mondo. Iniziando nel laboratorio di sua madre Delia, la giovane Laura fu presto scoperta da grandi esponenti del settore come Roberto Capucci e Rocco Barocco, così come da icone sartoriali romane della Dolce Vita come Angelo Litrico ed Emilio Federico Schuberth. Scommettendo sull’espansione dell’industria del prêt-à-porter di lusso, lei e suo marito Gianni Cigna fondarono la Biagiotti Export nel 1965.

Quando nel 1972 hai acquistato la MacPherson di Pisa, un produttore di maglieria rinomato per i suoi articoli in cashmere,hai chiarito il tuo obiettivo di ampliare l’offerta di prodotti della tua azienda.Altra imprenditrice nel settore della moda, anche Laura Biagiotti ha debuttato con l’omonima etichetta nel 1972 al Circolo della Stampa di Firenze.Con il suo look ultrafemminile e l’enfasi sulla “donna immateriale” adorata dallo stilista, la collezione ha riscosso un grande successo tra gli acquirenti.

adatto per l’uso a qualsiasi ora del giorno e della notte.Vestirsi in modo professionale e sentirsi a proprio agio sul posto di lavoro sono due priorità per Laura Biagiotti. Il bianco è il suo colore caratteristico e indossa solo tessuti di alta qualità, quindi il suo senso unico della moda è facile da individuare.

È diventata una celebrità globale grazie alle sue esportazioni di successo ed è ampiamente considerata un’ambasciatrice del Made in Italy.La stilista ha acquistato e ristrutturato il castello Marco Simone a Guidonia,nella campagna fuori Roma, per farne sia la sua residenza che il quartier generale dell’azienda di moda.

Laura Biagiotti Vita
Laura Biagiotti Vita

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!