Panatta Ex Moglie

Spargi l'amore
Panatta Ex Moglie
Panatta Ex Moglie

Panatta Ex Moglie – Adriano Panatta è nato il 9 luglio 1950 a Roma, Italia. Il suo curriculum comprende il tempo trascorso a gareggiare su motoscafi, nonché periodi come giocatore di tennis, allenatore e commentatore.Sebbene sia considerato uno dei più grandi di tutti i tempi dagli appassionati di tennis, il suo ranking in carriera pari al 4° posto nel 1976 è stato il secondo più alto per un giocatore italiano dall’inizio del sistema di classificazione computerizzato nel 1973 . il secondo tennista italiano di maggior successo dell’era Open, dietro solo a Roberto Sinner, con dieci vittorie nei circuiti più importanti in 26 presenze finali.

Divenne il primo tennista italiano a raggiungere la finale del singolare maschile del Torneo Masters nel 1975. Non solo vinse gli Internazionali d’Italia e il Roland Garros nel 1976, ma divenne anche il primo giocatore italiano a vincere un torneo del Grande Slam nel Era aperta. La sua stagione è stata davvero straordinaria.Inoltre, ha giocato un ruolo cruciale nelle vittorie italiane della Coppa Davis nel doppio e nel singolo del 1976, segnando la prima vittoria in assoluto della Coppa Davis del Paese.

L’attuale sei volte campione del Roland Garros, Björn Borg, è riuscito a essere sconfitto solo due volte da lui. Anche le sue vittorie nei tornei di singolare di Roma nel 1976 e di Stoccolma nel 1975, eventi paragonabili all’attuale ATP Tour Masters 1000, lo distinguono dagli altri tennisti italiani.

Ha vinto i Campionati Italiani per sei anni consecutivi dal 1970 al 1975 ed è stato il numero uno incontrastato in Italia per 284 settimane nel singolare.Con Paolo Bertolucci vinse il torneo di Monte Carlo del 1980, il più prestigioso dei suoi 29 titoli di doppio. Il Principato non aveva mai visto una coppia italiana vincere nell’era Open.

Primi passi

Nato nel quartiere Trionfale di Roma, si affaccia alla scena del tennis in tenera età grazie al padre, Ascenzio , che era il curatore del “Tennis Club Parioli”, e alla madre, Liliana. Per realizzare il suo sogno di diventare nuotatore professionista, il padre di Adriano lo iscrisse a lezioni di nuoto presso il club in cui lavorava nel 1956, quando aveva sei anni. Trasferitosi a Roma con la famiglia nel 1959, Panatta si iscrive al Circolo Tre Fontane e lì inizia a giocare a tennis.

Wally Sandonnino e Simon Giordano, due dei suoi professori, intuirono il suo talento e furono i pionieri nel fornirgli una formazione sia sugli aspetti tecnici che comportamentali.Dopo aver definito intoccabile Roberto Valerio in passato, Panatta alla fine vinse un match contro di lui al Tennis Club Parioli, imponendosi 6-1. Grazie alle nuove lezioni, non aveva mai avuto successo prima. Nel 1964, su chiamata del suo allenatore e mentore Mario Belardinelli, fa le valigie e si reca al Centro Federale di Formia.

Ho debuttato da dilettante nel 1968 e quell’anno sono arrivato alle semifinali junior di Wimbledon.

Il suo debutto nel circuito amatoriale avvenne il 6 maggio, quando sconfisse Álvaro Peña nella sua prima partita agli Internazionali d’Italia, divenuti poi “Open” l’anno dopo. . La sua età era diciassette anni e nove mesi. Ray Ruffels lo ha sconfitto al secondo turno.A Wimbledon, ha sconfitto Fernando Gentil e Terje Larsen della Svezia , ma non ha potuto competere negli Internazionali Junior francesi perché la Federazione Italiana Tennis ha scelto di non iscriverlo. Di conseguenza, ha perso in semifinale contro il futuro campione John Alexander.

Il suo secondo tentativo in una competizione amatoriale è stato all’evento di Barcellona; aveva perso la sua partita di apertura contro Ramanathan Krishnan.Nicola Pietrangeli era il campione in carica e futuro campione quando l’ha affrontata in ottobre ai Campionati Italiani di Milano; ha perso in due set, 6-4, 6-3, 6-1.Mentre la stagione volgeva al termine, lui e gli altri ragazzi del centro tecnico di Formia – allenato da Belardinelli – si recarono in Australia per disputare una serie di gare amatoriali sull’erba.

Dopo aver eliminato Rod Brent al primo turno ai Campionati del Queensland il 10 dicembre a Brisbane, ha messo a segno un incredibile trionfo in rimonta approfittando del leggero disturbo dell’attuale top player Clark Graebner, battendo Graebner 9-11, 9-7, 6-3 . il dodicesimo Alla luce del suo successo, ha deciso di fare del tennis la sua professione. Tuttavia, nei quarti di finale, Phil Dent lo ha sconfitto.

Arrivare all'”Open” e vincere il circuito principale per la prima volta nel 1969

Ha partecipato a quattro eventi del circuito “Open” a partire dal 1969. Alla tenera età di diciotto anni e sei mesi, ha debuttato sull’erba di Sydney per il circuito di tennis professionistico a gennaio. Nella sua partita d’esordio, ha sconfitto John Bartlett in tre set; tuttavia, ha poi perso contro Malcolm Anderson. Ha perso la sua unica partita dell’anno, 6-0, 7-5, 6-1 contro Terry Addison agli Australian Open di Brisbane, la settimana successiva, segnando il suo debutto in un torneo del Grande Slam.

Panatta Ex Moglie

Ha vinto la sua prima partita “Open” il 21 aprile agli Internazionali d’Italia battendo Wanaro N’Godrella 6-3, 6-4. Era fuori quando Manuel Orantes lo ha eliminato al secondo turno.L’Internazionale franceseSempre a maggio ha segnato il suo debutto al Roland Garros dopo le qualificazioni, ed è stato eliminato al primo turno da Hans-Jürgen Pohmann.

Esordiente agli ottavi di finale, ha sconfitto Nicola Pietrangeli 6-3 8-6 nell’appuntamento di agosto di Città di Senigallia, non ancora qualificata al circuito dei Gran Premi. Thomaz Koch ha concluso la sua corsa nel torneo con una vittoria in semifinale su di lui.

Carriera

Alla sua prima apparizione nella finale di un torneo importante, Brad Drewett lo ha battuto 6-3 al torneo del Cairo su terra battuta il 22 febbraio 1982. Il 20 settembre di quell’anno ha superato Corrado Barazzutti, record da lui detenuto. 27 settimane, grazie al ritrovato status di miglior giocatore italiano, reso possibile dal suo 70esimo posto nel ranking ATP.

Il 18 giugno 1984 raggiunse l’apice della sua carriera quando si classificò al numero 46 nella classifica ATP.

Il suo unico titolo ATP arrivò il 21 aprile 1985, al torneo di Bari, giocato sulla terra rossa. Soltanto nella sua seconda finale in carriera, ha prevalso su Lawson Duncan con un tie-break di 6-2,1-6, 7-6. Questo risultato è stato ottenuto da Winniappi, che è diventato l’ottavo giocatore italiano a riuscirci. Forest Hills ha ospitato la competizione WCT il mese successivo, alla quale ha preso parte. Il 10 maggio, dopo aver superato facilmente i primi tre turni, ha affrontato il numero uno del mondo John McEnroe in un tie-break del terzo set sul campo centrale dell’Ovest. Side Tennis Club ai quarti.

Raggiunse una finale ATP per la terza volta il 16 giugno 1985. Stava cavalcando bene nel torneo fino all’ultimo atto, quando fu sconfitto dalla terza testa di serie Thierry Tulasne e il suo numero di vittorie scese a due partite .Il 29 giugno 1986 vinse il suo primo campionato Challenger a Clermont Ferrand sul campo in terra rossa. È arrivato in finale dopo essere sopravvissuto al tie-break del terzo set in semifinale contro il qualificato Guillermo Pérez Roldán e, nell’ultimo atto, sconfiggendo la wild card Victor Pecci, che ha abbandonato nel secondo set dopo aver perso il primo causato da un infortunio.

Nel torneo di Firenze del 1987, iniziò superando la wild card Francesco Cancellotti in due set. Negli ottavi di finale ha eliminato il diciassettenne Andre Agassi 6-2, 7-6. Purtroppo ha perso in finale contro Guillermo Pérez Roldán, 6-3, 6-1.Il 22 maggio 1988 giocò come wild card l’ultima prova della manifestazione di Firenze, disputata sulla terra rossa.

Questa è stata una grande competizione sul circuito. Essere il tennista italiano con il punteggio più basso a raggiungere quattro finali ATP è stato un risultato ottenuto con la sua ultima apparizione. Massimiliano Narducci è stato colui che gli ha impedito di sollevare il suo secondo trofeo iridato; hanno giocato fino a un pareggio di tre set .

Nel 1988, sconfisse il peruviano Alejandro Aramburu in una finale di tre set sulla terra rossa di Messina, conquistando il suo secondo titolo Challenger.Ha giocato diciannove partite di Coppa Davis con l’Italia tra il 1983 e il 1987. Aveva 7–12 vittorie e sconfitte.Oltre a vincere il titolo italiano di singolare nel 1985, lui e suo fratello Adriano hanno vinto quattro volte il titolo italiano di doppio.

Oltre al fratello Adriano, elenca José Luis Clerc, Jimmy Arias, José Higueras, Emilio Sánchez e Corrado Barazzutti come avversari contro i quali ha trionfato.Alla sua terza apparizione agli Internazionali d’Italia, Željko Franulović è avanzato agli ottavi di finale, ma è stato estromesso al secondo turno, dopo la sua prima vittoria su Owen Davidson.

Il giorno successivo esordisce in Coppa Davis, affrontando la nazionale cecoslovacca sulla terra rossa di Torino. Sotto la guida di Orlando Sirola, l’Italia pareggia e Jan Kukal perde contro Panatta. Nella prova di doppio lui e Di Domenico hanno battuto la combinazione Kodeš/Kukal. Panatta, giocatore cecoslovacco che avrebbe poi vinto il Roland Garros, vinse la partita decisiva con il punteggio di 3-2 sull’Italia.

Durante il torneo di Berlino del 17 maggio, Panatta ha raggiunto la sua prima semifinale in carriera con vittorie consecutive contro Simon Partridge della Gran Bretagna, Hans-Jürgen Pohmann della Germania, Wilhelm Bungert dell’Austria e Harald Elschenbroich della Germania sulla terra battuta. Georges Goven, finalista, lo ha eliminato in quattro partite, impedendogli di competere nella prima finale.

Panatta Ex Moglie
Panatta Ex Moglie

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!