Principe Costantino Morto

Spargi l'amore
Principe Costantino Morto
Principe Costantino Morto

Principe Costantino Morto – Κυνσταντίνoς Βʶ της Ελλάδας, Costantino II di Grecia; Psichiko, 2 giugno 1940 Atene, 10 gennaio 2023 regnò come ultimo monarca di Grecia dal 6 marzo 1964 al 1 giugno 1973.A causa del suo status di successore di Costantino d’Oriente, l’ultimo imperatore bizantino, era conosciuto anche come Costantino XIII. Era un velista che portò a casa la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Roma del 1960.

Biografia personale

Giovanni Adamo e Marie Kinsky von Wchinitz und Tettau ebbero il loro terzo figlio, il principe Costantino, a San Gallo, in Svizzera, nel 1972. Il Liechtensteinisches Gymnasium fu la sua tappa successiva dopo aver completato la scuola elementare a Ebenholz; ha conseguito il diploma nel 1991. il terzo Dopo essersi iscritto nel 1992, ha conseguito la laurea in giurisprudenza nel 1997 presso l’Università di Salisburgo. Era un dipendente presso Raiffeisen Private Equity Management e Brown Brothers Harriman, due società di investimento statunitensi.

In qualità di socio amministratore di una società di private equity dal 2007 al 2011, è stato Grünwald Equity Beteiligungs GmbH. Dal 2012 è responsabile dei settori Agricoltura & Alimentazione, Silvicoltura ed Energie rinnovabili, oltre che di Real Summer del Gruppo del Liechtenstein, di proprietà della Famiglia regnante. Dal 2020 fino alla sua morte è stato amministratore delegato del gruppo e ne ha guidato il consiglio di sorveglianza.

Ha fatto parte anche del comitato investimenti di L-GAM ed è stato membro dei consigli di amministrazione di RiceTec Group, LGT Austria, Liechtenstein Group Holding AG e lui stesso. Ha fatto parte del comitato consultivo del Consiglio austriaco per lo sviluppo sostenibile, che mirava a incorporare la sostenibilità e gli obiettivi dell’Agenda 2030 nella politica austriaca, dal 2018 fino alla sua scomparsa.

Giovani e accademici

Nato dal re greco Giorgio I e dalla principessa russa Olga Konstantinovna Romanova, Costantino era il loro figlio. Il re Giorgio I e la regina Olga diedero al mondo il loro primo figlio, Costantino I, il 2 agosto 1868 ad Atene. Essendo il primo membro della famiglia reale di origine greca, la notizia della sua nascita suscitò un’enorme ondata di eccitazione.

Enormi folle si radunarono fuori dal palazzo, cantando quello che credevano fosse il nome proprio del neonato principe: “Costantino”, mentre il cannone cerimoniale in cima al colle Licabetto suonava il saluto reale. Il nome Konstantin era associato, tra le altre cose, sia al nonno materno, il granduca russo Konstantin Romanov, sia al leggendario “Re che avrebbe riconquistato Costantinopoli. Il 12 agosto fu debitamente battezzato “Costantino, e il suo titolo formale era Diádochos .

Costantino Paparrigopoulos inculcò i principi dell’Idea Megali al giovane principe ereditario mentre Ioannis Pantazidis gli insegnò la letteratura greca, Vasileios Lakona la matematica e la fisica e Costantino Pantazidis gli insegnò la storia. Questi eminenti professori universitari furono selezionati con cura per fare da mentore al principe in crescita. Per frequentare l’Accademia Militare Ellenica, si iscrisse il 30 ottobre 1882.

La sua formazione militare continuò a Berlino dopo la laurea, e alla fine divenne membro della Guardia Imperiale tedesca. Costantino frequentò le università di Heidelberg e Lipsia per studiare economia e politica. Dopo essere diventato generale maggiore nel 1890, assunse la responsabilità del quartier generale della Terza Armata ad Atene. Il suo mandato come principe ereditario è noto soprattutto per la sua leadership nel comitato sportivo che ha supervisionato le Olimpiadi inaugurali dell’era moderna. L’uccisione di suo padre gli lasciò il trono di Grecia il 18 marzo 1913. Portò avanti l’eredità di suo padre guidando i greci alla vittoria nelle guerre balcaniche.

Matrimonio

Il 27 ottobre 1889, nella città di Atene, Costantino conobbe e sposò Sofia di Prussia, sorella dell’imperatore Guglielmo II. Il matrimonio si è svolto con due cerimonie religiose: una pubblica e ortodossa e un’altra privata e protestante. Costantino incontrò Sophia mentre era in Prussia.A causa del lignaggio di Sofia di Prussia come nipote della regina Vittoria, i suoi sei figli furono considerati sudditi britannici immediati.

Salita

Quando salì al potere nel maggio 1913, la prima guerra balcanica era agli sgoccioli e i domini europei della Turchia erano già stati spartiti tra Grecia, Bulgaria, Serbia, Montenegro e Albania. Con la pace di Bucarest dell’agosto 1913, alla Grecia furono concesse permanentemente la Macedonia meridionale e l’isola di Creta. Ciò è avvenuto dopo alcuni mesi in cui Romania, Grecia, Montenegro e Turchia si sono alleate con la Serbia, che era stata attaccata dalla Bulgaria. Il risultato fu la seconda guerra balcanica, dalla quale uscirono vittoriosi.

Regno

Piuttosto che allinearsi con la Triplice Intesa, Costantino mostrò tendenze filo-prussiane e favorì le potenze centrali, grazie ai suoi legami familiari. Ma non è stato in grado di esprimere apertamente questi pensieri e, quando è scoppiato il conflitto, era confuso su quale coalizione aderire formalmente. Dato che l’amministratore di Eleutherios VenizelosLa situazione finanziaria era ovviamente dalla parte degli alleati della Triplice Intesa, la decisione non fu facile.

Principe Costantino Morto

Il controllo della Triplice Intesa sul Mar Mediterraneo era solo una delle ragioni per cui la Grecia non sarebbe stata saggia ad allinearsi con la Germania e i suoi alleati. Il popolo greco sarebbe stato particolarmente scontento di formare un’alleanza con la Turchia, e la storia di animosità del paese nei confronti della Bulgaria derivava dal suo ruolo nelle guerre balcaniche.

La Grecia mantenne la sua neutralità e, di fatto, durante i primi anni di guerra dovette accogliere all’Intesa una serie di richieste, compreso l’uso dei suoi porti.Tuttavia, le simpatie di Costantino divennero evidenti con il fallimento degli Alleati a Gallipoli. Anche se Venizelos godeva di un ampio sostegno da parte del popolo, nell’ottobre 1915 Costantino lo depose e insediò una serie di primi ministri fantoccio, tutti influenzati dal re.

Tuttavia, Venizelos cercò rifugio a Salonicco, dove formò un’amministrazione rivoluzionaria con l’aiuto degli Alleati.Costantino cercò senza successo garanzie tedesche di aiuto navale e militare nel 1916, mentre la guerra civile si profilava all’orizzonte.

Ritorna in Grecia

Dopo che Paolo, fratello di Alessandro, rifiutò di accettare la corona, fu indetto un plebiscito e, il 19 dicembre 1920, a Costantino fu permesso di tornare al potere. Alessandro morì il 25 ottobre 1920. Divenne Costantino XII, continuando la linea degli imperatori bizantini basileis, e adottò il nuovo nome. Un’ulteriore proclamazione della sua massoneria “a vista” avvenne durante il secondo mandato del suo regno.

Eminente cittadino della Grecia. Potrebbe essere nato in una famiglia reale, ma la sua linea paterna non discendeva nella linea di Costantino il Grande. In seguito al Trattato di Sèvres del 10 agosto 1920, la Grecia ottenne la Tracia orientale e la zona di Smirne in seguito alla sua vittoria nella prima guerra mondiale. Tuttavia, non fu in grado di fermare il contrattacco della Turchia e quindi non appoggiò la successiva guerra greco-turca. Anche la politica interna, che aveva fin dall’inizio una sostanziale instabilità politica, non se la passò meglio dopo il ritorno del sovrano.

Rinunciare al potere e morire

Il sovrano fu costretto ad abdicare nuovamente il 27 settembre 1922 e gli succedette il primogenito Giorgio II a causa di questa serie di fallimenti, ulteriormente aggravati dalla sconfitta dell’esercito greco in Anatolia e Smirne per mano dei turchi.Dopo aver vissuto in esilio in Italia per la seconda metà della sua vita, morì a Villa Igiea a Palermo l’11 gennaio 1923, per un’emorragia cerebrale.

Dopo che il governo rivoluzionario greco rifiutò il cerimoniale funebre dell’antico sovrano, la famiglia reale optò per la sepoltura nella cripta della chiesa russo-ortodossa di Napoli, mentre il governo italiano tributava gli ultimi onori. Nel 1936 la salma del sovrano fu trasferita nella chiesa ortodossa russa a Firenze. Nel 1937, fu sepolto nella necropoli reale di Tatoï, accanto a quella di sua madre Olga Konstantinovna Romanova e di sua moglie Sofia di Prussia, per decreto del re Giorgio II, che era stato riportato al trono di Grecia .

Materiali originali

Bisogna prestare cautela quando si fa affidamento su fonti primarie riguardanti la vita e gli eventi di Costantino durante il suo regno come imperatore. Una vera agiografia di Costantino è composta da Eusebio di Cesarea, la principale fonte contemporanea. La sua Storia ecclesiastica e la Vita di Costantino non riescono entrambe a esaltare lo splendore e la dignità di Costantino come sovrano cristiano.

Nella sua opera De mortibus persecutorum, anche Lattanzio distingue tra l’ipocrita Diocleziano e il virtuoso Costantino . Dato che Lattanzio dovette partire da Nicomedia, sede imperiale di Diocleziano, all’inizio dell’ultima persecuzione contro i cristiani nel 303, essendo nato in una famiglia pagana del Nord Africa e convertitosi al cristianesimo, questa distinzione potrebbe non essere strettamente imparziale.

Allo stesso modo, dobbiamo esercitare estrema cautela nei confronti della Nuova Storia pagana e anticristiana di Zosimo, che mostra palesi pregiudizi anticristiani. Come ultimo punto, il supplemento sullo scisma donatista alla storia di Ottato di Milevi include lettere che Costantino avrebbe indirizzato ai cristiani nordafricani; queste lettere, se autentiche, potrebbero mostrare come si sentiva l’imperatore riguardo alla questione cristiana.

Costantino nacque a Naissus, che oggi è conosciuta come Niš in Serbia, una piccola città nella provincia romana della Mesia Superiore. Suo padre, Cesare Costanzo Cloro, era un soldato e politico romano originario dell’Illiria e originario della Dardania . Sua madre, Elena, era una donna greca di Drepana , in Bitinia , anche se non è sicuro se fosse sua moglie o semplicemente sua concubina.

Principe Costantino Morto
Principe Costantino Morto

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!