Sara Tommasi Malattia

Spargi l'amore
Sara Tommasi Malattia
Sara Tommasi Malattia

Sara Tommasi Malattia – Dopo aver lottato contro un grave disturbo bipolare e aver infine lasciato la televisione, Sara Tommasi ha utilizzato “Le Iene” per rivelare al pubblico la sua lotta con il disturbo. Sono passati undici anni da quando mi è stato diagnosticato un grave disturbo bipolare, ma non ne ho mai parlato a nessuno. Mi sono lasciato approfittare di me stesso perché in quel momento ero malato e dipendente dalla droga. Sono stato scelto per un film violento in cui il mio personaggio si adattava male perché non ero autentico.

“Ho negato la malattia, non volevo essere un perdente”

La sua spirale discendente è iniziata dopo che le è stato diagnosticato un disturbo bipolare nel 2012: la mia diagnosi di disturbo bipolare grave è arrivata undici anni fa. Anche se le persone affette da questa malattia non riconoscono il proprio dolore, coloro che li circondano certamente lo fanno. Non avevo nausea né avevo voglia di vomitare. Non volevo annullare tutto il mio duro lavoro e tornare al punto di partenza. Di conseguenza, ho resistito nel riconoscere la mia malattia e nell’accettare il sostegno dei miei cari.

“Una striscia era la mia medicina”

La prima vera esperienza di Sara Tommasi con la paura è avvenuta quando è stata sfruttata da qualcuno che sapeva quanto fosse ingenua. Hanno tradito la mia fiducia rivelandosi inaffidabili. Nelle sue parole: “Ho iniziato a drogarmi; allora una striscia era la mia medicina; era la cosa più deliziosa” .Non ho idea di come ho fatto a essere scelto per un film horror. Non è proprio da me. Sono io quello che è rimasto ferito in quella storia, e fino ad oggi qualcuno semplicemente non capisce.

Un secondo figlio per Sara

Alla fine Tommasi decise di sposarsi e di trasferirsi presso la famiglia di Antonio.Ha osservato: “In un lampo di lucidità, ho capito che dovevo chiedere aiuto” . Appena tornata a Narni, ha cominciato a rimettere insieme i cocci della sua vita. Mia madre e, più tardi, mia moglie mi hanno aiutato a ricostruire lentamente il mio passato.

Nessuno vince dal disturbo bipolare, eppure la felicità è possibile nonostante ciò.

La showgirl ha rimarcato: “Dal bipolarismo non si guarisce mai del tutto, ma si può avere una vita felice”. Se sei una giovane donna che mi ha scritto perché ti sei vista nella mia storia, ti esorto a smettere di soffermarti sugli aspetti negativi e iniziare invece a concentrarti sui benefici. Pensa a come giocare la mano che ti è stata data. gioco. La malattia potrebbe non essere curabile, ma può essere gestita con farmaci e affetto.

Continua: “Non posso far sparire quel brutto momento, ma oggi me lo lascio alle spalle per sempre” e il suo racconto dimostra che chiunque è capace di fare lo stesso. Preferisco dimenticare quello che è successo ieri sera e godermi questa mattina. Abbiamo deciso di fare tabula rasa, noi due. Sara Tommasi ha raccontato del suo passaggio all’età adulta in un saggio per Le Iene.

L’ex showgirl e partecipante a “L’Isola dei Famosi” ora lotta con una malattia mentale. Quando Sara venne a sapere di avere una malattia terminale, cercò conforto nella droga e nella pornografia. Nella serie, lo definisce “il periodo più buio della mia vita”.

Sara Tommasi Malattia

Anche se potrei non riconoscere la mia condizione, i miei cari sono stati a conoscenza della mia grave malattia bipolare negli ultimi 11 anni. Non avevo nausea né avevo voglia di vomitare. Non volevo annullare tutto il mio duro lavoro e tornare al punto di partenza. Mi sono rifiutato di riconoscere che ero malato e ho allontanato i miei cari che cercavano di aiutarmi.

Lungo la strada, Sara ammette alcuni dei suoi errori e le persone a cui ha permesso di approfittarsi di lei. Niente in quel momento mi rendeva più felice che vedere una striscia, così mi unii alla mania della droga. In qualche modo, senza alcuna spiegazione, sono finito sul set di un film horror. Non è proprio da me. Molte persone ancora oggi negano che io sia stata una vittima in quella situazione.

Anche se soffri di disturbo bipolare, puoi comunque condurre una vita appagante. Sara prosegue con alcune indicazioni affermando: “Voglio dire alle ragazze che mi scrivono e che si sono riconosciute nella mia storia: non concentratevi su ciò che la malattia vi ti ha detto, ma di quello che ti ha lasciato. Pensa alla situazione e gioca la mano che ti è stata assegnata.

Non esiste una cura conosciuta per la malattia, ma i farmaci e la gentilezza possono alleviare i sintomi. Anche se non posso invertire quello che è successo, ora posso mettere quel terribile periodo della mia vita nel passato. Preferisco dimenticare quello che è successo ieri sera e godermi questa mattina. Abbiamo deciso di fare tabula rasa, noi due.

L’ultimo episodio del podcast One More Time di Sara Tommasi e Luca Casadei è un discorso aperto e illuminante. La donna, showgirl e modella, ha dovuto lottare per i propri successisopravvivenza nonostante la sua fama e il suo successo all’età di 41 anni. Nell’intervista, parli degli alti e bassi che hanno portato alla tua diagnosi di disturbo bipolare. Il suo coniuge ha messo i soldi per le sue cure mediche affinché potesse guarire.

I primi anni di vita di Sara Tommasi sono dove inizia la sua biografia. È nata il 9 giugno 1981 a Narni, un piccolo villaggio nella regione italiana dell’Umbria, dove ha trascorso la sua infanzia e ora si diverte molto. Quando incontra Lele Mora muove i primi passi nel mondo dello spettacolo. Lele Mora mi si avvicinò una sera in una discoteca di Milano.

Mi ha suggerito di provare per il ruolo di biglietto nello spettacolo Quelli che il calcio dopo che gli avevo detto che Simona Ventura era la mia cantante preferita. Questo è stato un momento estremamente significativo. Avrei voluto chiamare i miei subito dopo e vantarmi di essere finalmente riuscito a farcela in televisione e che il mio futuro sembrava luminoso. La loro gioia era venata di paura.

Sara Tommasi Malattia
Sara Tommasi Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!