Stefano Bandecchi Famiglia

Spargi l'amore
Stefano Bandecchi Famiglia
Stefano Bandecchi Famiglia

Stefano Bandecchi Famiglia – Stefano Bandecchi è un politico, imprenditore e d.s. sportivo livornese, dal 15 giugno 2022 coordinatore nazionale di Alternativa Popolare. Sarà Sindaco di Terni dal 31 maggio 2023. Nel suo ruolo di investitore ha istituito il Università “Niccolò Cusano”. Lo ha presieduto il Consiglio di amministrazione dal 2021 al 18 giugno 2023.

Bandecchi è stato inoltre presidente della squadra di calcio femminile della Ternana dal 5 agosto 2017 al 24 luglio 2023. L’Università è stata proprietaria anche della squadra di calcio femminile della Ternana dal 27 febbraio 2023. 2019, al 18 giugno 2023, e la Ternana Calcio dal 2017 al 2023.

Curriculum vitae individuale

Dal 1980 Bandecchi è di casa a Roma. È sposato e ha due figli e due nipoti. È nato il 4 aprile 1961 a Livorno, nel distretto di Shanghai. Da giovane lavorava come pescatore e operaio. Ha servito il suo Paese con la squadra di paracadutismo “Folgore” e ha partecipato a diverse operazioni in Libano.

Iniziative imprenditoriali

Bandecchi lavorò nella capitale in diversi campi, tra cui ristorazione, turismo ed editoria. Dal 2011, dopo che Bandecchi ha istituito Universitalia, centro di preparazione agli esami universitari, è operativa l’Università “Niccolò Cusano”. L’istituto è stato ufficialmente riconosciuto il 10 maggio 2006, con decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Fino al 2016 Bandecchi è stato amministratore delegato dell’Università. È stato presidente dal 2021 al 2023. Per quanto riguarda la richiesta di Bandecchi di 4 milioni di euro all’anno per finanziare la ricerca scientifica, l’ateneo vigila sulla Fondazione Niccolò Cusano.

Non solo, Bandecchi si vantava di aver fondato altri due istituti di istruzione superiore in Francia e nel Regno Unito. Il secondo, invece, è aperto da poco più di un anno e chiuderà nel 2019. Un tempo era affiliato a Cusano.

Nessuno da Londra si è mai separato. Insieme a Silvio Berlusconi, allora presidente del Consiglio, contribuì a fondare l’Universitas Libertatis di Villa Gernetto. Il gruppo Fininvest aveva previsto di utilizzare l’immobile in collaborazione con l’Università Niccolò Cusano per ospitare master e corsi di scienze politiche. Niente è stato sviluppato dalle loro lezioni.

La stazione radiofonica di dibattito universitario Radio Cusano Campus, che Bandecchi ha contribuito a sviluppare, trasmette approfondimenti, programmi culturali e notizie. Il giornalista Ezio Luzzi, invece, ha dichiarato a Report che Bandecchi voleva acquistare il talk show Nuova Spazio Radio, ma che Luzzi era disposto a vendergli solo le frequenze e non l’emittente stessa.

Dopodiché Luzzi ha chiarito che Bandecchi metterà le mani sugli apparati e inizierà a trasmettere Radio Cusano Campus sulle frequenze di Luzzi prima o dopo di lui. Tra Luzzi e Bandecchi c’erano diverse ragioni, ma non sono ancora state concretizzate in una ristrutturazione dei loro rapporti.

Oltre a pubblicare i quotidiani Le Novae e Radio Manà Manà sport e a riprendere il ruolo di redattore di Radio Manà Manà, fonda nell’ottobre 2019 Radio Cusano TV Italia. La rete, di proprietà dell’Università Niccolò Cusano, va in onda sul digitale terrestre canale 264 e propone L’impresa e gli altri, programma che Bandecchi conduce con i colleghi il lunedì sera.

Fabio Fortuna e Gianluca Fabi si sono sposati. Fabio è professore presso l’Università Niccolò Cusano. Nel dicembre 2023 Radio Manà Manà Sport si fonderà con Radio Manà Manà, la prima delle quali subentrerà nel canale che trasmette l’audio di Cusano Italia TV.

Prendi il comando di una squadra sportiva

Comunemente denominato Unicusano Fondi Soccer, il Fondi Calcio è stato acquisito da Bandecchi tramite Unicusano nel novembre 2014. Ciò è accaduto dopo che Bandecchi ha fallito nel suo tentativo di acquisire la squadra di calcio di Livorno, sua città natale. Dopo l’acquisizione di Fondi nel 2017 da parte di Antonio Pezone, l’università ha investito nel giocatore della Ternana Calcio Serie B, che ha giocato con il soprannome di Ternana Unicusano fino alla stagione 2018-2019.

Stefano Bandecchi Famiglia

“La Serie A in 2 anni” è stata la coraggiosa dichiarazione di Bandecchi nella conferenza stampa inaugurale a Terni, ma gli umbri hanno chiuso la stagione 2017-2018 in Serie C e torneranno in B per la stagione 2021-22. È stato sollevato dall’incarico di presidenza il 18 giugno 2023, poco dopo il trasferimento ufficiale della squadra maschile della Ternana Calcio al gruppo Pharmaguida avvenuto il 24 luglio 2023. La Ternana Women è la divisione femminile del club; Bandecchi diventerà presidente il 5 agosto 2023 e l’università sarà proprietaria del club.

Coinvolgersi negli affari politici

Nonostante la lunga associazione di Bandecchi con il Movimento Sociale Italiano, alla fine fondò il Movimento Sindacale Italiano centrodestralico. Mentre Bandecchi era coinvolto con la Società per le Scienze Umane, che promosse l’Università Niccolò Cusano, fornì anche sostegno finanziario a Forza Italia, un’organizzazione politica utilizzata per le elezioni regionali del Lazio del 2005.

Interms di finanziamenti a Forza Italia, la sua ricchezza è cresciuta negli anni, ponendolo secondo solo a Berlusconi. Ha contribuito generosamente a numerose campagne politiche, tra cui quella di Angelo Ciocca alle Europee del 2019 [24], quella di Luigi Di Maio Civico, Maria Elena Boschi e Raffaele Nevi alle elezioni del 2022, quella del Candidato Centro Cindidate D’Amato e quella di Francesco Rocca alle elezioni europee del 2019. Elezioni regionali del Lazio 2023.C’è una pausa qui.

Una popolare alternativa al debito

Nel 2017 è entrato a far parte del gruppo politico di Angelino Alfano, Alternativa Popolare, e nel 2019 ha finanziato il ricorso di Antonio Tajani al Parlamento italiano. A seguito dell’elezione di Beatrice Lorenzin a coordinatrice nazionale di Alternativa Popolare, Bandecchi ha assunto l’incarico il 15 giugno 2022.

Ha perso l’occasione di candidarsi alla Camera dei Deputati alle elezioni di settembre 2022 come membro del collegio elettorale Umbria 2 sul Biglietto Azione e Italia. Bandecchi annunciò che l’operazione era stata annullata perché il leader Carlo Calending era stato mostrato in un video mentre indossava un’uniforme da paracadutismo e recitava uno slogan da paracadutista che, secondo Bandecchi, il calendario aveva giudicato fascista.

Questo è il numero 31. Per le regionali di Lazio e Lombardia del 2023 Bandecchi e Alternativa Popolare uniranno le forze con Francesco Rocca e Attilio Fontana; il partito inserirà i suoi candidati nelle liste civiche per sostenerli e assicurarne l’elezione.

Vice Segretario Generale di Terni

Nel 2023 Bandecchi si candiderà a sindaco di Terni con il sostegno di Alternativa Popolare, delle liste civiche “Con Bandecchi per Terni”, “Noi Con Terni” e “Terni per Loro”. Lo ha collocato secondo al primo turno, dietro al candidato del centro-destra Orlando Masselli, che ha ottenuto il 35,81% dei voti.

Ha ottenuto il 28,14% dei voti. Stefano Bandecchi è stato ufficialmente dichiarato sindaco di Terni il 31 maggio 2023, succedendo a Leonardo Latini, in carica da un anno, con il 54,62% dei voti contro il 45,38% di Masselli nel maggio consecutivo. Elezioni del 29, 2023.

Il passato

Lanciando formalmente il NCD al “Centro Congressi Aliber” di Roma il 18 marzo 2017, Angelino Alfano ha cercato di stringere un’alleanza di centro-destra con Forza Italia, in contrasto con la Lega settentrionale “populista” e i Fratelli Italia. L’obiettivo era riunire i due gruppi. Per scegliere un candidato alla presidenza del Consiglio che rappresenti il centrosinistra, Alfano ha anche suggerito di indire le elezioni primarie.

I neonati gruppi parlamentari responsabili del nuovo centrosinistra e dei centrristi per Europa sono stati ribattezzati “popolari centristi alternativi per l’Europa-NCD” rispettivamente il 21 e 29 marzo. Mentre era ancora nella sua fase iniziale, il partito contava 26 deputati, 23 senatori e 1 membro del Parlamento europeo.

Il partito ha fatto la sua prima apparizione alle urne nelle elezioni amministrative del 2017. Tra i comuni capoluogo, Alternativa Popolare ha ricevuto il 2,3% ad Asti, il 5,6% a La Spezia, il 4,3% a Monza, il 3,2% a Padova, il 4,9% a Frosinone, il 4,2% a Parma, il 2,1% a LECCE, il 9,1% a Catanzaro, e 1,37% a Taranto. In tutta la Campania ha ottenuto il 6% dei voti.

Antonio Gentile, Maurizio Lupi, Dore Misuraca e Sergio Pizzolante hanno costituito l’11 maggio la prima segreteria di Popolare Alternativa. La notizia che unisce i rappresentanti di Forza Italia Antonino Minardo e Andrea Causin è stata confermata a giugno. Il vice Raffaele Calabrò è stato scelto lo scorso 28 giugno come rettore del campus Bio-Medico dell’Università di Roma, lasciandogli l’incarico alla Camera dei Deputati. Al suo posto è passato in Forza Italia Amedeo Laboccetta, già deputato del Pdl nella XVI legislatura.

L’ex ministro degli Affari regionali Elrico Costa si è dimesso il 19 luglio 2017 e ora è membro del gabinetto. Più tardi, nella giornata, subentrerà Massimo Cassano, che era stato sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Pochi giorni dopo aderisce a Forza Italia. Intanto Maurizio Bernardo, che era stato presidente della VI Commissione Finanze, lascia l’AP e aderisce al Pd. Negli stessi giorni tornano in Forza Italia Giuseppe Cangemi, consigliere regionale del Lazio, e il deputato Gianfranco Sammarco. Il 26 ottobre 2017 Alfano ha nominato Maurizio Lupi coordinatore nazionale del partito.

Stefano Bandecchi Famiglia
Stefano Bandecchi Famiglia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!