Spargi l'amore
Vania Protti
Vania Protti

Vania Protti – Il matrimonio di Maria Braun, diretto da Rainer Werner Fassbinder e proiettato al Festival di Cannes, è stato una delusione per la promessa dell’anello di fidanzamento di mio marito. Poi ho urlato: “No Ruby!” Ho detto: “Per favore, dammi questo film!” da quando sono rimasto sorpreso. Academy Pictures, fondata nel 1978 da Vania Protti e Manfredi Traxler, era una casa di distribuzione che accompagnerà e nutrirà fino al 2011 un pubblico esigente con una moltitudine di capolavori di registi allora poco conosciuti.

Di cognome, Vania Protti, e Manfredi Traxler l’uomoalbero

“La nostra intuizione è stata quella di riportarli nelle sale normali” perché questi film venivano proiettati per la prima volta nei cineforum italiani o non uscivano mai in Italia. Nei giorni precedenti il Natale insistevo per vedere Maria Braun suonare al Rivoli di Roma e le loro espressioni erano del tipo “sei matto?” Secondo Vania, che ha pubblicato all’età di 87 anni, “è rimasta per quasi due mesi, anche se avrebbe dovuto restare solo otto giorni”. L’immaginazione correva selvaggia nel cinema. In questa autobiografia, tra l’altro, viene svelato il legame con la Settima Arte come leggenda di famiglia.

“Hai la possibilità di spogliarti o di andartene.”

Non solo, ma lui e alcuni altri amici toscani con cui abbiamo condiviso hanno salutato il nuovo anno con una visita al mio appartamento. Gli incontri precedenti erano stati brevi. La mia malattia mi ha impedito di partecipare al safari programmato in Africa. Dopo che gli ospiti se ne sono andati, dico loro: “Vado a dormire, sono stanco” e aggiungo: “Vi accompagno”. Sedendosi accanto a lui, comincia a chiacchierare, ed io mi tuffo sotto le coperte per spogliarmi e nascondermi. “Guardati, vestita di nero, con le scarpe nere tra pizzi e organze o ti spogli o te ne vai,” ti dico velocemente. Restare fermo è stata una sua scelta.

Puoi essere orgoglioso di qualche lancio recente?

I migliori film di Mephisto di Christine Brandauer e Ichabod Crane Wenders, secondo me, sono The Sky Over Berlin, The Garden Mysteries of Compton House di Peter Greenaway, I favoriti della luna, Otar Ioseliani e Lola Darling, diretto da Spike Lee. Ciò è vero nonostante ciò che ha osservato il mio amico Sergio Corbucci.

In realtà, la mia unica credenziale è una laurea in arti culinarie. È stato nelle famiglie di mia madre e di mio padre che l’importanza di una dieta sana è stata tramandata di generazione in generazione. C’era anche un negozio di specialità ebraiche che una delle mie zie aveva aperto. L’unico lungometraggio di Tom Ford che ho trovato fastidioso è stato A Single Man.

Perché? Dopo aver sopportato la pressione incessante dei pubblicisti, ero esausto. Tom desidera la soffice tovaglia bianca, i delicati fiori bianchi e il pesce bianco immacolato. Alla fine, dopo ricerche approfondite, ho chiesto se gli piaceva il pesce. Ha chiesto: “Perché?” sotto shock. “La bistecca alla fiorentina da cinque chili è solo l’inizio! Mangio qualsiasi cosa!” Ehi, vengo dal Texas!

Le donne hanno avuto più difficoltà a gestire quell’ambiente? «Ci sono state solo due donne importanti: io come produttrice, Vania come distributrice», disse in un’intervista Marina Cicogna, che era anche cugina di mio marito. In tutta sincerità, non avevo problemi e, in effetti, ero terrorizzato. La regista Mira Nair e la produttrice Agnès Varda sono stati presentati all’Academy.

Alcune donne di Hollywood, come Vania Protti Traxler, sono appena nate per lavorare nel settore. Le visite ai fratelli Lumière a Parigi nel 1904 avevano lo scopo di avviare una nuova attività a Mantova da parte del nonno Ottorino Protti e di suo fratello Gino, che rimasero incantati dalla rapida fotografia dei fratelli. Utilizzando teli bianchi su cui proiettare le pizze, hanno iniziato a creare l’illusione di un cinema mobile. I manifesti, invece, sono stati stampati da Arnoldo Mondadori, un mio caro amico.

Questo è il primo film di una serie iniziata con questa famiglia e proseguita per più di cento film. “Sognavamo al cinema” di Alberto Crespi recentemente tappa a Roma e alla trasmissione radiofonica Hollywoodparty; il 18 gennaio sarà proiettato alla Cineteca di Bologna.

Questo libro custodisce un pezzo inestimabile della storia della distribuzione del cinema d’autore italiano, grazie a Vania Protti Traxler, spesso conosciuta come “Il Distributore”. Con il marito Manfredi Traxler al timone, ha portato sul grande schermo una serie di film acclamati dalla critica, tra cui: Paris, Texas e Il cielo sopra Berlin di Wim Wenders; Legami! di Pedro Almodóvar; Gli amanti del Pont-Neuf di Leos Carax; Film blu, Film bianco e Film rosso di Kryszotof Kiéslowski; Train de vie di Radu Mihaileanu; Un uomo single di Tom Ford; e Faust di Aleksandr Sokurov.

La meravigliosa Vania si è sposata Mentre Ferruccio Ricordi, meglio conosciuto come Teddy Reno, era sposato con Reno negli anni ’50, Manfredi Traxler, il suo secondo marito, era quelloche fondò l’Accademia. Nonostante le intenzioni di Manfredi, lei insistette per ricevere il film Le nozze di Maria Braun anziché lo splendido anello con rubini che avevano ammirato al Boucheron di Cannes nel 1979.

Poco prima che la casa di distribuzione dell’Academy nascesse, c’era una storia particolare che dimostrava quanto Vania fosse profondamente impegnata nella settima arte. Numerosi film con Szabó, Il mio piede sinistro, La moglie del soldato e Il forgiatore, tutti interpretati da Ruzowitzky, furono distribuiti nelle sale e in seguito vinsero gli Academy Awards.

Non si ha solo una profonda dedizione al cinema, ma anche alla cucina. Mentre giriamo le pagine, troviamo un ricettario ampio e raffinato che vanta piatti insostituibili che forniscono la prova del gusto impeccabile dell’Accademia sia nella produzione che nella ricezione dei suoi film. La pausa pranzo seguiva ogni nuova uscita.

Vania Protti

In qualità di chef provetto, la padrona di casa, la signora Protti Traxler, presta molta attenzione a ciascuno dei suoi ospiti. Taglioni al burro, roast beef spagnolo e budini al cioccolato con salsa allo zabaione erano tra i piatti che ha preparato per il debutto de Il Raggio Verde. Al contrario, Il cielo sopra Berlin propone piatti tra cui lasagne alla bolognese, rana pescatrice al forno con patate, timballo di cavolfiore con besciamella e bon bon di castagne ricoperti di cioccolato. Wim Wenders sembra condividere la mia adorazione per le lasagne alla bolognese di Vania, che sono davvero superbe.

Mentre apprendiamo circa cinquanta dei film più iconici e i cinquanta cibi che li hanno accompagnati attraverso il discorso approfondito dell’autore, veniamo portati in un viaggio attraverso film e ricette. Un ritorno ai nostri sogni più sfrenati è possibile grazie all’incredibile cinema di Vania. Era il 1976 quando Vania Protti e Manfredi Traxler fondarono l’Academy Pictures.

Inizialmente, tutto ciò che facevano era distribuire film classici, che includevano generi come western, gialli, cinema per bambini e così via. Con Le nozze di Maria Braun del 1978, film d’essai di Rainer Werner Fassbinder, iniziarono a distribuire film incentrati sui nuovi registi europei.

L’Academy è sempre stata troppo piccola e sottofinanziata per distribuire i successi di Hollywood in Italia. Ma è stato ammirevole il modo in cui ha introdotto gli italiani al cinema indipendente americano. Tra i tanti importanti registi contemporanei presentati al pubblico dai Traxler ci sono Kusturica, Greenaway, Wenders, Rohmer, Jarmusch, Egoyan, Almodóvar, Kieslowski, Lee, Ford e Solondz.

La percezione dei Traxler della genuinità del film e del valore che ha aggiunto al loro prodotto, piuttosto che qualsiasi calcolo matematico, ha informato le loro decisioni sulla selezione del film. La campagna di marketing per il film dipendeva dalla creazione di fan fedeli e dalla fiducia degli espositori in modo che anche i film più poco promettenti potessero essere proiettati. Il cinema d’autore straniero è stato sostenuto dalle società Archibald Enterprise Film e Lady Film di Vania Protti dopo la morte di Manfredi Traxler nel 2000 fino al 2015.

Settanta cartelle contenenti tutto il materiale promozionale delle campagne di distribuzione del 1998-2013 sono state presentate da Vania Protti nel 2017 al Centro Sperimentale di Cinematografia. I file sono stati organizzati in base ai film. Il pacchetto comprende le seguenti voci: film time-coded, DVD con foto dal set, inviti, cartelle stampa, budget, spese, doppiaggio e DVD audio, master DVD, DVD home video, trailer, clip, CD-presskit, flan, pressbook, frasi di lancio, documenti di lancio, corrispondenza, cartoline e suggerimenti per eventi e festival per promuovere i film.

Inoltre, ci sono due tesi di dottorato, 36 copioni e un libro PDF sull’Accademia che completano la raccolta. Questi documenti, conservati presso la Biblioteca, Videoteca e Fototeca della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, costituiscono una risorsa preziosa per chiunque sia curioso del processo di distribuzione cinematografica.

Nel corso degli anni, l’attività di distribuzione cinematografica The Academy ha svolto un ruolo chiave nel definire i gusti sia degli spettatori che dei critici. Negli anni ’70, ha corso un rischio introducendo immagini di alta qualità nel circuito cinematografico italiano, e la scommessa ha dato i suoi frutti. Nel 1978 gli Academy Awards consentirono il debutto italiano de “Le nozze di Maria Braun” di Rainer Werner Fassbinder.

Questa vittoria ha dato ai Traxler il coraggio di continuare a spingere e ha dimostrato che il loro coraggio era stato giustificato. Senza fallo, hanno presentato solo le opere che credevano che il pubblico avrebbe dovuto vedere nei festival importanti a cui eravamo presenti numerose volte. I film distribuiti erano esempi di come il successo commerciale e la genialità creativa potessero coesistere.

Vania Protti
Vania Protti

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!